0

Andrew Lamb: Rhapsody in Black

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
L'etichetta lituana No Business Records continua ad arricchire un catalogo tra i più interessanti in circolazione con una perla dietro l'altra. E questo Rhapsody in Black non fa eccezione. Nella composizione del quartetto che ha dato alle stampe lo splendido CD spicca la presenza delle due batterie di Michael Wimberly e di Guillermo E. Brown, preludio apparentemente inevitabile a fuochi d'artificio ritmici e propulsioni forsennate. Niente di più lontano dalla verità perché in questa ambiziosa opera di Andrew Lamb i due percussionisti creano una ragnatela di sonorità arcane che colgono la tribalità nella sua essenza più spirituale, morbida e avvolgente.

Voce perfettamente complementare risulta il contrabbasso di Tom Abbs, profondo nella cavata, ruvido e abrasivo quando toccato con l'arco, cui si aggiungono gli interventi con la tuba, altro tassello importante nel mosaico timbrico dell'esecuzione. Il leader si districa tra sassofoni, clarinetti, flauti, conchiglie nel tentativo riuscito di mostrare i molteplici volti di un rituale magico che affonda le radici nella Madre Africa.

Il sassofono tenore è vigoroso e intenso, memore dell'ultimo Trane ("Song of the Miracle Lives" ne è una chiara dimostrazione) ma anche della filosofia AACM. Al flauto Lamb riesce ad esprimere un afflato melodico aereo e incantatorio reso straniante dal grande lavoro percussivo di sottofondo, il clarinetto aggiunge colori provenienti dall'Africa Nord Orientale, insoliti e affascinanti.

Rhapsody in Black potrebbe essere definito un concept album sulle origini e la tradizione della musica nera realizzato non attraverso una sintesi di stili, fasi storiche e di protagonisti, bensì con il recupero della semplicità, dell'innocenza primordiale e dell'orgoglio di un popolo. Ne esce un ritratto insolito, coraggioso, fieramente rivendicativo, assai poco omologato con la maggior parte delle produzioni attuali, nel quale il leader evita qualsiasi pretesto di blowin' session in favore di un commovente affresco a tutto tondo.


Track Listing: 01. Initiation; 02. Rhapsody in Black; 03. To Love in the Rain (Portrait of a Virtuous Woman); 04. Song of the Miracle Lives.

Personnel: Andrew Lamb A.K.A. The Black Lamb (sassofono, flauto, clarinetto, conch bell); Tom Abbs (basso, tuba, didjeridoo); Michael Wimberley (batteria, percussioni); Guillermo E. Brown (batteria, percussioni).

Title: Rhapsody in Black | Year Released: 2012 | Record Label: GR2 Classics


Tags

comments powered by Disqus

More Articles

Read Provenance CD/LP/Track Review Provenance
by Karl Ackermann
Published: November 17, 2017
Read No Matter Where Noir CD/LP/Track Review No Matter Where Noir
by Patrick Burnette
Published: November 17, 2017
Read Out Of Silence CD/LP/Track Review Out Of Silence
by Mark Corroto
Published: November 17, 2017
Read Plodi CD/LP/Track Review Plodi
by Glenn Astarita
Published: November 17, 2017
Read Secret Language CD/LP/Track Review Secret Language
by Mike Jurkovic
Published: November 17, 2017
Read Shamat CD/LP/Track Review Shamat
by Ian Patterson
Published: November 16, 2017
Read "Duo (DCWM) 2013" CD/LP/Track Review Duo (DCWM) 2013
by John Sharpe
Published: July 28, 2017
Read "The Joy of Being" CD/LP/Track Review The Joy of Being
by John Sharpe
Published: April 12, 2017
Read "Paint" CD/LP/Track Review Paint
by Karl Ackermann
Published: October 7, 2017
Read "Satori" CD/LP/Track Review Satori
by Roger Farbey
Published: March 7, 2017
Read "Incidentals" CD/LP/Track Review Incidentals
by Mike Jurkovic
Published: September 23, 2017
Read "Karoujite" CD/LP/Track Review Karoujite
by John Eyles
Published: June 21, 2017

Join the staff. Writers Wanted!

Develop a column, write album reviews, cover live shows, or conduct interviews.

Please support out sponsor