All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Hank Jones - Oliver Jones: Pleased to Meet You

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Questa incisione della Justin Time vede uniti due pianisti, ambedue sotto contratto per l'etichetta canadese: il leggendario Hank Jones e il più noto esponente del mainstream in Canada, Oliver Jones, allievo prediletto della sorella di Oscar Peterson. Una registrazione che potrebbe definirsi "di circostanza" e che, se vogliamo, nulla aggiunge alla luminosa carriera di Hank Jones, il quale in passato ha saputo evidenziare le sue eccelse doti anche in contesti di gran lunga più significativi: basti pensare ai suoi lavori nel cosiddetto Great Jazz Trio, con Ron Carter, Buster Williams, Eddie Gomez, John Patitucci, Richard Davis, Al Foster, Jack DeJohnette, Tony Williams, Elvin Jones.

Pleased to Meet You ci dice senz'altro di più su Oliver Jones, pianista acclamato in Canada e di gran lunga meno conosciuto in Europa: la sua derivazione da Oscar Peterson è ben nota, sebbene in questa occasione egli si mostri più originale nell'uso di una tecnica indiscutibilmente sopraffina e di una vasta conoscenza del lessico mainstream.

Gli è che certe opere vanno prese per quello che sono, illustrazioni sontuose di quello che si crede già noto, perché dietro l'apparenza invariabilmente si celano sorprese quando si ha a che fare con artisti di tale calibro. Sì, è ovvio, non ci si deve aspettare movimenti tellurici in grado di mutare il corso di chissà quali eventi artistici ma, a pensarci bene, questo cosa vuole dire? I due Jones hanno raggiunto, ognuno per proprio conto e attraverso percorsi molto diversi, un'aurea e composta dimensione classica, in cui l'interpretazione diventa costantemente una rilettura alla luce di un accumulo -superbo per ciò che riguarda Hank Jones (da Charlie Parker a Ella Fitzgerald, Artie Shaw, Lester Young, Cannonball Adderley)- di esperienze e conclusioni: ogni pagina, anche il più frequentato standard, risalta per il sottile lavoro di cesello, in cui ogni nota assume su di sé e riflette un "peso storico," esaltato dall'individualità dell'interprete.

Interpretazioni, dunque, che contengono una molteplicità di sottotesti, a formare una filigrana che, se esaminata controluce, esibisce una debordante ricchezza, tale da costituire al contempo un commento al testo originario e, a sua volta, un testo parallelo altrettanto se non più ricco.

Se Oliver Jones fa mostra di una eccellente sicurezza idiomatica nell'arricchire di elaborate fioriture le varie opere (fra cui una sentita dedica a Oscar Peterson, "I Remember OP"), Hank Jones mostra, ancora una volta, di essere squisito e inarrivabile stilista, in grado di dominare con originalità l'intero vocabolario improvvisativo dallo stride fino all'hard bop. A lui si devono le vere gemme dell'incisione, "Monk's Mood" e "Lonely Woman," due brevi esplorazioni solistiche, due eleganti svolazzi che celano un intero patrimonio ritmico e armonico.

Visita il sito di Hank Jones

Track Listing: 01. What Am I Here For?; 02. Groove Merchant; 03. Ripples; 04. Makin Whoopie; 05. I'll Remember April; 06. Star Eyes; 07. Blues for Big Scotia; 08. Cakewalk; 09. Monk's Mood; 10. I Remember OP; 11. Lonely Woman.

Personnel: Hank Jones, pianoforte; Oliver Jones, pianoforte; Brandi Disterheft, contrabbasso (1, 2, 3); Jim Doxas, batteria (1, 2, 3).

Title: Pleased to Meet You | Year Released: 2010 | Record Label: Justin Time Records

About Hank Jones
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Sun Rings
Sun Rings
By Mark Sullivan
Read Somewhere
Somewhere
By Edward Blanco
Read Both Sides
Both Sides
By Edward Blanco
Read First Spring
First Spring
By Dan McClenaghan
Read Beyond Us
Beyond Us
By John Sharpe