1

Helga Plankensteiner: Plankton

Paolo Peviani By

Sign in to view read count
Come il plancton si lascia portare dalle onde del mare, la musica del nuovo progetto internazionale di Helga Plankensteiner spazia con grande scioltezza tra diversi stili.

Le note di copertina del CD, che per una volta descrivono e riassumono molto bene le atmosfere contenute nell'album, si aprono con questa puntuale considerazione.

E noi ci permettiamo di aggiungerne altre due. Innanzitutto, il plancton è anche un prezioso nutrimento, così come la buona musica—e in questo CD ce n'è molta—è prezioso cibo per la mente. E infine, Plankton è un gioco di parole che combina il nome della leader con il sostantivo "Ton" (in tedesco, "suono"), e dunque che racchiude in sé l'essenza di questo disco.

Perché Plankton è un album in cui si ritrovano davvero tutte le linee guida artistiche ed estetiche che da sempre caratterizzano il percorso musicale di Helga Plankensteiner. Dall'amore per le song della tradizione ("They Can't Take That Away from Me") a quello per le big band ("Loo"). Dalla complessità affrontata con leggerezza ("The Never Ending Blues") all'energia più torrida ("No Ballad No Crime"), al gusto per le atmosfere retró ("Comes Love").

Ed anche l'organico del sestetto pare riflettere le varie anime musicali della sassofonista, che qui si riserva il ruolo (razionale) di organizzatrice di suoni. Matthias Schriefl e Gerhard Gschloeßl, musicalmente parlando due pazzi scatenati, rappresentano l'estro e la follia. Miki Lösch lo sguardo distaccato, il guizzo ironico. Enrico Terragnoli la creatività sottile, mai sfrontata ma illuminante. Nelide Bandello la solidità di una pulsazione su cui puoi sempre contare.

Un album bello e godibile, una musica che su CD risulta molto misurata nelle dinamiche, ma che nelle esecuzioni dal vivo (lo abbiamo constatato personalmente) esplode in tutta la sua energia ed espressività.

Track Listing: Loo; The Never Ending Blues; Comes Love; 4. Quentin; 5. Meister Schriefl; 6. They Can't Take That Away from Me; No Ballad No Crime; Tangomatango; Tears.

Personnel: Helga Plankensteiner: sax baritono, voce; Matthias Schriefl: tromba; Gerhard Gschloeßl: trombone; Enrico Terragnoli: chitarra, banjo; Michael Lösch: organo Hammond, pianoforte; Nelide Bandello: batteria.

Title: Plankton | Year Released: 2014 | Record Label: Jazzwerkstatt


Tags

Related Video

comments powered by Disqus

More Articles

Read A Night Walking Through Mirrors CD/LP/Track Review A Night Walking Through Mirrors
by Barry Witherden
Published: September 21, 2017
Read Jondo CD/LP/Track Review Jondo
by Jack Bowers
Published: September 21, 2017
Read Jazz Flute Traditions CD/LP/Track Review Jazz Flute Traditions
by Roger Farbey
Published: September 21, 2017
Read Nerve Dance CD/LP/Track Review Nerve Dance
by John Sharpe
Published: September 21, 2017
Read Déjà Vu CD/LP/Track Review Déjà Vu
by Troy Dostert
Published: September 20, 2017
Read Woody Guthrie - The Tribute Concerts CD/LP/Track Review Woody Guthrie - The Tribute Concerts
by Jakob Baekgaard
Published: September 20, 2017
Read "Blue And Lonesome" CD/LP/Track Review Blue And Lonesome
by Karl Ackermann
Published: December 9, 2016
Read "Volume 1" CD/LP/Track Review Volume 1
by Dan McClenaghan
Published: November 19, 2016
Read "A Cry For Peace" CD/LP/Track Review A Cry For Peace
by Geannine Reid
Published: October 24, 2016
Read "Into a Myth" CD/LP/Track Review Into a Myth
by Jerome Wilson
Published: July 17, 2017
Read "Honest Woman" CD/LP/Track Review Honest Woman
by James Nadal
Published: February 20, 2017
Read "Port Bou" CD/LP/Track Review Port Bou
by Mark Sullivan
Published: March 15, 2017

Join the staff. Writers Wanted!

Develop a column, write album reviews, cover live shows, or conduct interviews.