All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

Diego Minciacchi: Piano Works 1

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Diego Minciacchi: Piano Works 1
La musica del compositore e neuroscienziato Diego Minciacchi è sempre sorprendente.

Anche laddove Minciacchi si orienta su un solo strumento e il repertorio pare ripiegare sul convenzionale, si trovano elementi che trasformano semplici o banali premesse in sfide riuscite.

Il primo volume dei "Piano Works" pubblicato dalla Col Legno si distacca dal repertorio elettroacustico e dal precedente Aforesaid (2001). I cinque pezzi per pianoforte solo coprono un arco di tempo piuttosto lungo (1979-2003) e nella loro eterogeneità aiutano a capire tanto l'approccio di Minciacchi alla musica che il suo percorso tecnico e teoretico. Quel che risulta è dunque un viaggio dal fragile, rarefatto e quasi pulviscolare "Intermezzo da Danza dell'Angelo" (1979) al virtuoso e movimentato "La connessione disumana - then - Sequitur clades, forte an dolo principis incertum" (2003).

Ci sono elementi di continuità tra i cinque pezzi, tanto sul piano formale, quanto nei riferimenti extra-musicali, letterari, che ciascun pezzo sottende. Depravazione, senso di distruzione e conquista, sconfitta e caduta, emanano una generale sensazione di tragedia finale e di fine imminente che si esprime in una musica dai (sotto)toni malinconici, mesti. In questo quadro la grande attenzione per il gesto formale e virtusositico si esprime in una sorta di dominio forzato del gesto stesso. La costrizione a cui Minciacchi sottopone il suo esecutore toglie il fiato, rendendo piacevole (paradossalmente) quella globale vertigine che istillano note ripetute (quasi meccanicamente e ripetitivamente).

Nel momento di massimo concrollo avviene la disfatta, "con violenza e rabbia incrontrollabile" recita la partitura di "La connessione disumana". Un'immagine largamente suggestiva ed evocativa di quelle che sono teorie e prassi su cui da tempo riflette Minciacchi. Vale davvero la pena approfondire l'ascolto di questi "Piano Works". In sala di registrazione, proprio come in una seduta psicanalitica, si sviscerano modalità, forme, gesti, sentimenti del comporre e fare musica. Il controllo, l'analisi, lo studio hanno come inaspettato e insperato risultato ora disgregazione ora rabbia ora violenza.

Risultato affascinante, in qualche modo sovversivo, ammaliante.

Track Listing

01. Klavierstück Nr. 1: Intermezzo da "Danza dell'Angelo"(1979); 02. Klavierstück Nr. 2: Three Times Form (1983); 03. Klavierstück Nr. 3: Cockamamey (1990); 04. Klavierstück Nr. 4: Vae Victis (1996-1997); 05. Klavierstück Nr. 5: La connessione disumana - then - Sequitur clades, forte an dolo principis incertum (2003).

Personnel

James Clapperton (piano).

Album information

Title: Piano Works 1 | Year Released: 2007 | Record Label: Kayo Records

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Read Alex Moxon Quartet
Alex Moxon Quartet
Alex Moxon Quartet
Read I Went This Way
I Went This Way
Rachel Musson
Read HH
HH
Lionel Loueke
Read Dominos
Dominos
Chuck Anderson
Read Secrets & Lies
Secrets & Lies
Jakko M. Jakszyk
Read Ceremonie / Musique
Ceremonie / Musique
What Happens In A Year

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.