All About Jazz

Home » Tag Center » Tag: Alban Darche

Content by tag "Alban Darche"

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

J.C. Cholet, Alban Darche, Mathias Rüegg et Grand Ensemble: Le Tombeau de Poulenc

Read "Le Tombeau de Poulenc" reviewed by Alberto Bazzurro

Parafrasando Le Tombeau de Couperin di Ravel, i tre firmatari di questo album dedicano identico trattamento a Francis Poulenc, ispirandosi liberamente --ci viene detto espressamente --"senza tentare il minimo adattamento" alla sua opera. Lo sforzo è anzitutto di scrittura, con ciascuno dei tre che si focalizza attorno a un risvolto specifico (con l'eccezione di “Cadence"): Alban ...

ARTICLE: RADIO

Erik Friedlander throws a glass of absinthe, and more new releases

Read "Erik Friedlander throws a glass of absinthe, and more new releases" reviewed by Ludovico Granvassu

This week Mondo Jazz chats with cellist Erik Friedlander about his latest project inspired by Pablo Picasso's bronze sculpture “Glass of Absinthe." Artemisia--a visually stunning vinyl box set containing musically stunning work--features Uri Caine on piano, Mark Helias on bass and Ches Smith on drums.

And, of course, more new releases!

Playlist ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

John Hollenbeck, Alban Darche, Samuel Blaser, Sebastien Boisseau: Mix of Sun and Clouds

Read "Mix of Sun and Clouds" reviewed by Angelo Leonardi

La ricca e frammentata scansione ritmica di John Hollenbeck, spesso animata da un'impronta danzante, è un policromo tappeto che interagisce con le parti scritte o gli appassionati interventi di Alban Darche e Samuel Blaser. L'interplay col contrabbassista Sebastien Boisseau finisce di caratterizzare una musica in costante mutazione, che passa da atmosfere d'astratto camerismo a sequenze di ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Alban Darche Hyprcub: Crooked House

Read "Crooked House" reviewed by Alberto Bazzurro

Un po' megalomane, in tutta onestà, Alban Darche ci è sempre apparso, non fosse altro che per la magniloquenza con cui documenta la propria attività. Che oggi se ne esca con un album aperto da un brano intitolato “Albanology" (con buona pace del Carrisi di turno...), non ci può quindi sorprendere. Anche perché il disco in ...

I 10 CD nel CD-Player di... Samuel Blaser

Read "I 10 CD nel CD-Player di... Samuel Blaser" reviewed by Vincenzo Roggero

01. Clifford Jordan plays Leadbelly -These Are My Roots (Atlantic Records -1965).
Ho condiviso l'ascolto di questo fantastico disco durante una session a Brooklyn circa due anni fa con il sassofonista Michael Blake e il bassista Michael Bates.

02. Michael Blake -Tiddy Boom (Sunnyside Records -2014).
Con Michael, che è uno ...

ARTICLE: EXTENDED ANALYSIS

Now's the time III: The best in contemporary jazz from France and [tax haven] Luxembourg

Read "Now's the time III: The best in contemporary jazz from France and [tax haven] Luxembourg" reviewed by John Ephland

Every. One. Of. These. Tracks. Is. A. Keeper. To be swept up in a fervor when listening to music (always an unexpected pleasure) and finding it next to impossible not to write about the experience--during as well as after--is the dream all music journalists crave and celebrate every time they find themselves returning to that zone. ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

John Hollenbeck / Alban Darche / Sébastien Boisseau / Samuel Blaser: Jass

Read "Jass" reviewed by Angelo Leonardi

Dopo il debutto nel luglio 2011 al festival di Berlino, il collettivo franco-svizzero-statunitense presenta la prima incisione, il cui titolo ha un duplice (e addirittura triplice) significato: è un acronimo formato dalle prime lettere dei quattro nomi protagonisti, si collega al nome arcaico di questa musica e indica un gioco di carte (detto anche Chibre) molto ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Alban Darche L'Orphicube: Perception instantanée

Read "Perception instantanée" reviewed by Alberto Bazzurro

Col medesimo organico che nel 2013 aveva dato alle stampe l'album omonimo, l'Orphicube capitanato dal vorace sassofonista e compositore Alban Darche confeziona un seguito, che tiene dietro alle positività, nonché a qualche limite prospettico, che quel lavoro aveva suggerito.

L'intenzione è sempre quella di “inventare un folklore immaginario in cui si mischiano jazz, ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Alban Darche: L’OrphiCube: Perception Instantanée

Read "L’OrphiCube: Perception Instantanée" reviewed by Eyal Hareuveni

French, Nantes-based composer and saxophonist Alban Darche continues to explore the possibilities of transforming variable geometrical ideas inspired by cubist painter Robert Delaunay (1885-1941) as compositional tools for an improvising ensemble. Darche began this work with his nine-musician ensemble, L'OrphiCube (a term that refers the cubist art movement and a poem about Orpheus by poet Guillaume ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Alban Darche: my Xmas traX

Read "my Xmas traX" reviewed by Alberto Bazzurro

Attingendo a temi natalizi (o lì intorno), spesso presi a prestito per elaborazioni autonome (il tutto puntualmente dichiarato in copertina), il vorace sassofonista di Nantes Alban Darche chiude il 2013 con quello che è non meno del suo quarto album nell'arco di un anno (clicca qui per leggere la recensione dei suoi precedenti CD), evidenziando una ...