All About Jazz

Home » Tag Center » Tag: Albert van Veenendaal

Content by tag "Albert van Veenendaal"

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Lotz Of Music: Live At JazzCase

Read "Live At JazzCase" reviewed by Troy Dostert

With an upbringing that involved living in Thailand, Germany and Uganda, it was perhaps inevitable that flautist Mark Alban Lotz would take a global approach to his craft as a musician. His substantial recorded output (over a dozen releases to his name, to date) bears ample witness to his restless quest for new forms of expression, ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Albert van Veenendaal - Lysander Le Coultre: A Cool Tree

Read "A Cool Tree" reviewed by AAJ Italy Staff

Il quindicesimo CD della Evil Rabbit è speciale e diverso dagli altri. Non solo per la qualità sempre notevole della musica che esso contiene, ma soprattutto per il senso sublime che esprime. Il violoncellista e graphic designer olandese Lysander Le Coultre affianca in una registrazione dell'autunno del 2008 il pianista Albert van Veenendaal. Qualche mese dopo, nel gennaio ...

Albert van Veenendaal

Read "Albert van Veenendaal" reviewed by AAJ Italy Staff

01. Edward Elgar - Cello Concerto in E minor, performed by Jaqueline du Pré in 1965 (EMI classics - 2000). Tutti conoscono la meravigliosa melodia del primo movimento, ma l'intero concerto è un capolavoro. Il suono malinconico ed espressivo di Jaqueline du Prè è immediatamente riconoscibile e va dritto al cuore. Attraverso la sua interpretazione la musica più che ascoltarla ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Albert van Veenendaal: Minimal Damage

Read "Minimal Damage" reviewed by AAJ Italy Staff

Prendete un bravo ricercatore che già in passato si sia messo in luce per interessanti sperimentazioni sonore molto vicino agli universi di Cage e che ami il minimalismo ricercato. Immergetelo nel grande mare della musica contemporanea attuale, magari in un paese che di queste cose ne sa un bel po' come l'Olanda (anche se poi ai concerti di ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Esmée Olthuis - Albert van Veenendaal: The Mystery of Guests

Read "The Mystery of Guests" reviewed by AAJ Italy Staff

I CD della Evil Rabbit sono caratterizzati da una grafica ingegnosa e sempre identica, dovuta a Lysander Le Coultre. Il sottile cartoncino nero opaco lascia intravedere, attraverso una finestrella circolare, un sottostante cartoncino colorato che riporta autore e titolo del CD. Quello che di volta in volta cambia è quindi solamente il colore e la scritta dell'oblò circolare. Una volta ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Albert Van Veenendaal - Meinrad Kneer: The Munderkingen Sessions (Part 1)

Read "The Munderkingen Sessions (Part 1)" reviewed by AAJ Italy Staff

Dopo averci sorpresi e deliziati con l’entusiasmante Predictable Point of Impact, tornano a far parlare di sé l’etichetta Evil Rabbit e il suo eclettico fondatore, il pianista Albert Van Veenendaal. Abbandonata la formula classica del piano trio, il musicista olandese si esibisce questa volta in una serie di duetti con il fido contrabbassista Meinrad Kneer (co-fondatore e anima ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Albert Van Veenendaal: Predictable Point of Impact

Read "Predictable Point of Impact" reviewed by AAJ Italy Staff

Si discuteva a proposito dell’ultimo lavoro di Roscoe Mitchell (Composition/Improvisation Nos. 1, 2 & 3) dell’eterna diatriba sull’incontro/scontro tra composizione ed improvvisazione. Si argomentava, a ragion veduta, che buona parte degli esiti migliori della musica creativa di questa fine/inizio millennio siano scaturiti proprio da feconde ed inedite collisioni tra la monolitica persistenza della pagina scritta e l’inequivocabile estemporaneità dell’improvvisazione. Sarebbe davvero ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Albert Van Veenendaal - Fabrizio Puglisi: Duets for Prepared Unprepared and Toy Pianos

Read "Duets for Prepared Unprepared and Toy Pianos" reviewed by AAJ Italy Staff

Secco, incisivo, essenziale in piena simbiosi con l’edizione cartonata che lo contiene, una sorta di arte povera del marketing discografico. Ci riferiamo a Duets for Prepared Unprepared and Toy Pianos disco licenziato da Fabrizio Puglisi, rappresentante tra i più creativi del pianismo italiano, e Albert Van Veenendaal pianista olandese in bilico tra contemporanea e jazz, fondatore dell’etichetta Evil ...