All About Jazz

Home » Tag Center » Tag: Okeh

Content by tag "Okeh"

ARTICLE: CD/LP/TRACK REVIEW

Hugh Coltman: Who's Happy?

Read "Who's Happy?" reviewed by Angelo Leonardi

Trasferitosi a Parigi nel 1999 dopo la separazione dal gruppo rock blues The Hoax, il cantante inglese Hugh Coltman ha realizzato una carriera solista con varie collaborazioni (tra cui quella col pianista Eric Legnini e le cantanti Krystle Warren, Vanessa Paradis e Mayra Andrade) più un temporaneo ritorno con la vecchia band.

In terra ...

Kurt Elling: The Questions

Read "The Questions" reviewed by Angelo Leonardi

Dall'inizio del nuovo millennio Kurt Elling ha sempre più escluso dal suo repertorio brani swinganti e dinamici a favore di ballad o pop song. Gli esuberanti interventi in scat e le fantasiose escursioni vocali dei primi dischi (mutuate dal suo iniziale modello, Mark Murphy) hanno lasciato il posto a interpretazioni da crooner confidenziale, privilegiando interpretazioni eleganti, ...

Bill Frisell: Music IS

Read "Music IS" reviewed by Ian Patterson

Widely touted as Bill Frisell's second solo recording, and his first since the darkly introspective Ghost Town (Nonesuch, 2000), Music IS is, in fact, the guitarist's third, with the oddly overlooked Silent Comedy seemingly having slipped by most folk. That outing, on John Zorn's Tzadik label, was unique in Frisell's discography for being freely improvised, whereas ...

Camille Bertault: Pas de Géant

Read "Pas de Géant" reviewed by Angelo Leonardi

Dopo aver dimostrato col debutto di En Vie (Sunnyside 2016) d'essere una splendida jazz singer, e non solo, l'acrobatica vocalist Camille Bertault libera la sua eclettica personalità, dando sfogo alle molte passioni e influenze formative. Il titolo del suo secondo album allude ovviamente al celebre tema di John Coltrane (qui rinominato «Là où tu vas»), «Giant ...

Bill Frisell: Music IS

Read "Music IS" reviewed by Maurizio Comandini

Benvenuti nel 'Piccolo Mondo Antico' di Bill Frisell. Un mondo che a ben guardare non è antico proprio per niente, anzi è più moderno che mai e sa indicare la strada a chi ha voglia di percorrerla. Un mondo che riesce a non farsi mai penetrare dalla meschinità che troppo spesso pervade la vita dei giorni ...

Kurt Elling: The Questions

Read "The Questions" reviewed by Dan Bilawsky

How does one grapple with existence and its juxtaposition against the present state of affairs? That's the question that hangs heaviest over The Questions. While vocalist Kurt Elling didn't come into this production with a theme in mind, he discovered a through line in the act of wrestling with difficulties and dreams in this age of ...

Bill Frisell: Music IS

Read "Music IS" reviewed by John Kelman

The tradition of solo jazz guitar recordings is a long one, with guitarists like Johnny Smith, Al Viola, George Van Eps, Lenny Breau and Joe Pass demonstrating just how far a mere six (in some cases, seven) strings could be taken on their own as far back as the 1950s. Subsequent guitar soloists like John Abercrombie ...

Dhafer Youssef: Diwan Of Beauty And Odd

Read "Diwan Of Beauty And Odd" reviewed by Neri Pollastri

Si rimane letteralmente a bocca aperta ascoltando “Fly Shadow Fly," traccia di apertura di questo lavoro del tunisino Dhafer Youssef, qui accompagnato da un gruppo di stelle emergenti: a lungo la sua voce si intreccia al mirabile piano di Aaron Parks, prima descrivendo--in arabo -volute su una tonalità bassa e avvolgente, poi salendo di tono fino ...

Somi: Petite Afrique

Read "Petite Afrique" reviewed by Dan Bilawsky

Somi's debut on the Okeh imprint--The Lagos Music Salon (Okeh, 2014)--pulled no punches. It tackled tough topics within an African framework, bringing hard truths to bear in soulful fashion. This follow-up is equally impactful, but it shifts focus stateside, eyeing the titular Harlem neighborhood that Somi calls home now.

In addressing life along ...

ARTICLE: CD/LP/TRACK REVIEW

The Bad Plus: It's Hard

Read "It's Hard" reviewed by Luca Canini

Bellino. Con un paio di cose decisamente riuscite. Ma che pochissimo aggiunge (e nulla toglie) a quel che i Bad Plus hanno detto, confermato e ribadito nel corso di quindici anni di più che onorata carriera. Fine della recensione. Nel senso che quel che leggerete da qui in poi potrebbe esservi utile nel caso in cui ...