All About Jazz

Home » Tag Center » Tag: Angelo Leonardi

Content by tag "Angelo Leonardi"

ARTICLE: CD/LP/TRACK REVIEW

Pyeng Threadgill: Head Full of Hair, Heart Full of Song

Read "Head Full of Hair, Heart Full of Song" reviewed by Angelo Leonardi

Pyeng Threadgill ha debuttato nel 2004 con un originale reinterpretazione del repertorio di Robert Johnson (Sweet Home: Pyeng Threadgill Sings Robert Johnson --Random Chance Records) e ha proseguito con un paio di dischi confermando l'accattivante sintesi di blues rurale, R&B, neo soul e sprazzi di rock. Era quasi un decennio che non incideva a suo nome ...

ARTICLE: CD/LP/TRACK REVIEW

Hugh Coltman: Who's Happy?

Read "Who's Happy?" reviewed by Angelo Leonardi

Trasferitosi a Parigi nel 1999 dopo la separazione dal gruppo rock blues The Hoax, il cantante inglese Hugh Coltman ha realizzato una carriera solista con varie collaborazioni (tra cui quella col pianista Eric Legnini e le cantanti Krystle Warren, Vanessa Paradis e Mayra Andrade) più un temporaneo ritorno con la vecchia band.

In terra ...

ARTICLE: CATCHING UP WITH

Linda May Han Oh: Talent and Dedication

Read "Linda May Han Oh: Talent and Dedication" reviewed by Angelo Leonardi

Over the past decade, bassist Linda May Han Oh has been hailed as one of the most gifted bassists, bandleaders and composers of her generation. She is a virtuoso who can swing hard while keeping instrumental grace and precision, structuring her lines through a most free-flowing cascade of ideas. After completing her master's degree at the ...

ARTICLE: CATCHING UP WITH

Zach Brock: Jazz Violin's New Wave

Read "Zach Brock: Jazz Violin's New Wave" reviewed by Angelo Leonardi

Best known for his work with Snarky Puppy, Zach Brock is among the most creative violinists of his generation. Zach Brock is bringing the violin back to center stage. Influenced by European masters of the seventies like Jean-Luc Ponty, Zbigniew Seifert, Didier Lockwood, Brock has widened his perspective from modern jazz to rock, finding a synthesis ...

ARTICLE: CD/LP/TRACK REVIEW

Joris Teepe: Conversations

Read "Conversations" reviewed by Angelo Leonardi

Don Braden appartiene a quella schiera di sassofonisti emersi tra gli anni ottanta e novanta sull'onda di un neo bop caratterizzato da forti legami coi maestri degli anni cinquanta e sessanta (Sonny Rollins, John Coltrane, Joe Henderson, Wayne Shorter) e relazioni col modello Blue Note.

In un quarto di secolo ha espresso al ...

ARTICLE: CD/LP/TRACK REVIEW

Dave Liebman, Jack DeJohnette, Dave Holland, Kenny Werner: Fire

Read "Fire" reviewed by Angelo Leonardi

La vibrante energia di quest'album emana da un quartetto la cui età media dei membri supera i settant'anni: i due estremi sono Jack DeJohnette (76) e Kenny Werner (67). Il percorso del disco è ispirato al fuoco, uno degli elementi del tetragono che è alla base dell'ordine universale, secondo le prime religioni e filosofie dell'umanità.

ARTICLE: CD/LP/TRACK REVIEW

The CCM Jazz Orchestra feat. Steven Bernstein: Nobody Does It Better

Read "Nobody Does It Better" reviewed by Angelo Leonardi

Anni fa Steven Bernstein pubblicò un frizzante album con le musiche di John Barry scritte per i film su James Bond (Sex Mob Does Bond, Ropeadope 2001). Ora quegli arrangiamenti acquistano nuova vita nella riscrittura per grande orchestra propiziata da Scott Belck, direttore musicale della CCM Jazz Orchestra, big band del Cincinnati College of Music.

ARTICLE: CD/LP/TRACK REVIEW

Laszlo Gardony: Serious Play

Read "Serious Play" reviewed by Angelo Leonardi

Questo solo piano di Laszlo Gardony segue l'approccio usato nel 2013 in Clarity, quando, dopo vent'anni, riprese a incidere un disco senza accompagnatori (Changing Standards, Sunnyside 1993). Trasferitosi negli Stati Uniti alla fine degli anni ottanta per frequentare il Berklee College of Music (di cui poi è divenuto insegnante), il pianista ungherese realizzò alla fine di ...

Kurt Elling: The Questions

Read "The Questions" reviewed by Angelo Leonardi

Dall'inizio del nuovo millennio Kurt Elling ha sempre più escluso dal suo repertorio brani swinganti e dinamici a favore di ballad o pop song. Gli esuberanti interventi in scat e le fantasiose escursioni vocali dei primi dischi (mutuate dal suo iniziale modello, Mark Murphy) hanno lasciato il posto a interpretazioni da crooner confidenziale, privilegiando interpretazioni eleganti, ...

Eddie Daniels, Roger Kellaway: Just Friends

Read "Just Friends" reviewed by Angelo Leonardi

Dall'archivio personale di George Klabin --il fondatore e presidente della Resonance Records --esce questa registrazione di un concerto di vent'anni fa, dato al Village Vanguard dal clarinettista Eddie Daniels e dal pianista Roger Kellaway con Buster Williams al contrabbasso e Al Foster alla batteria. Documento scintillante sia dal punto di vista della qualità acustica (nonostante l'incisione ...