All About Jazz

Home » Tag Center » Tag: BMC Music

Content by tag "BMC Music"

Mihaly Dresch Quartet with Chris Potter: Zea

Read "Zea" reviewed by Glenn Astarita

Hungarian reedman Mihaly Dresch is one of the more prominent jazz artists in Eastern Europe and generally sets high standards for his work. On this beautifully crafted live outing with American sax great Chris Potter, the ensemble melds tuneful melodies with Hungarian folk, dirge-like balladry, hyper-mode bop and progressive jazz via an uplifting mode of operations ...

Michael Schiefel - Carsten Daerr - Miklòs Lukacs - Matyas Szandai: Gondellied in the Sahara

Read "Gondellied in the Sahara" reviewed by AAJ Italy Staff

E' una voce giovane, che sembra di un ragazzino, quella che fuoriesce dalle tracce di Gondellied in the Sahara. Ha un effetto alquanto straniante l'"eterodossa" intonazione canora di Michael Schiefel, che ha una funzione sia narrativa (testo) che strumentale (gorgoglii, vocalizzi). La musica tende costantemente a volare - o meglio navigare - su umori di fantasie colorate. Sono ...

ARTICLE: CD/LP/TRACK REVIEW

Mihály Dresch - Lafayette Gilchrist - Mátyás Szandai - Hamid Drake: Sharing the Shed

Read "Sharing the Shed" reviewed by AAJ Italy Staff

Com'è noto, i festival jazz offrono ai musicisti non solo un palcoscenico su cui esibirsi, ma anche un'opportunità per incontrare altri musicisti ed avviare nuove collaborazioni. Nel caso specifico, il festival è il Mediawave di Oriszentpéter (Ungheria). L'incontro, quello tra il sassofonista Mihály Dresch, ed il pianista Lafayette Gilchrist. Il resto l'ha fatto la lungimirante etichetta BMC, affiancando alla coppia ...

ARTICLE: CD/LP/TRACK REVIEW

Trio Braamdejoodevatcher featuring Miklos Lukacs and Ferenc Kovacs: Quintet

Read "Quintet" reviewed by AAJ Italy Staff

Ancora una volta viva l'Olanda e le sue straordinarie avventure. E' da circa la metà degli anni Ottanta che le “new forms" olandesi lavorano sodo nell'underground della migliore musica europea contemporanea ma - almeno alle nostre latitudini - con pochissime eccezioni (vedi Ernst Reijseger o pochissimi altri) dell'Olanda musicale restano solo gli ovvi ricordi di Han Bennink (magari con il celeberrimo ...

ARTICLE: CD/LP/TRACK REVIEW

Alban Darche - Gábor Gadó - Sébastien Boisseau: Budapest Concerts

Read "Budapest Concerts" reviewed by AAJ Italy Staff

L'etichetta ungherese BMC segue da sempre con attenzione - o meglio, stimola e favorisce - gli scambi e gli incontri tra i musicisti di casa e quelli francesi. Nello specifico, in questo album troviamo tre giovani (ma non giovanissimi) musicisti, tra i più interessanti della loro generazione. Il sassofonista Alban Darche, il chitarrista Gábor Gadó, il contrabbassista Sébastien Boisseau. I tre ...

ARTICLE: CD/LP/TRACK REVIEW

Gábor Gadó: Lung - Gom - Pa

Read "Lung - Gom - Pa" reviewed by AAJ Italy Staff

Il titolo di questo nuovo disco del chitarrista ungherese prende il nome da quei monaci tibetani che percorrevano enormi distanze in meditazione, a velocità incredibili. Il termine significa appunto meditazione nel vento e la mitica esploratrice Alexandra David-Neel ne ha lasciato testimonianza nei suoi libri. Altri riferimenti al Tibet o alla religione ebraica (Sekinah è un termine aramaico che significa presenza ...

ARTICLE: CD/LP/TRACK REVIEW

Modern Art Orchestra: Eclectic Path

Read "Eclectic Path" reviewed by AAJ Italy Staff

Quest'orchestra ungherese è un brillante organico che aderisce ai modelli mainstream con sicurezza e personalità, senza sfigurare di fronte ai migliori esempi del genere. Dalla sua nascita - nel 2005 - è guidata da Kornél Fekete-Kovács, un bandleader e solista di tromba che nel 1998 è stato tra i fondatori della Budapest Jazz Orchestra ed ha svolto significative esperienze ...

ARTICLE: CD/LP/TRACK REVIEW

Borbely Mihaly Quartet: Hommage a Kodaly

Read "Hommage a Kodaly" reviewed by AAJ Italy Staff

Il quartetto del brillante sassonfonista e clarinettista ungherese Borbely Mihaly gioca in casa in questo nuovo lavoro uscito per la BMC. Nel confezionare il suo Hommage a Kodaly - compositore, linguistica ed etnomusicologo ungherese noto essenzialmente per le sue ricerche sul campo (tra le prime) sulle melodie arcaiche di tradizione orale della propria terra di origine, Borbely ha usato ...

ARTICLE: CD/LP/TRACK REVIEW

Viktor Toth: Tartim

Read "Tartim" reviewed by AAJ Italy Staff

Secondo album da leader per Viktor Toth, giovane sassofonista ungherese dalla personalità musicale forte ed interessante. Fulcro del progetto è l'improvvisazione, che si esplicita in tre differenti forme, in funzione dell'organico della band. Nelle prime cinque tracce, eseguite in trio con Hamid Drake e Matyas Szandai (ottimo!), la musica si muove lungo coordinate chicagoane. Brani che si sviluppano intorno alla ...

Elmér Balázs: Always That Moment

Read "Always That Moment" reviewed by AAJ Italy Staff

Always That Moment rappresenta un disco singolare, da parte di musicisti ungheresi contemporanei che hanno deciso di usare il linguaggio del modern jazz per fare conoscere alcune melodie tradizionali della loro terra. E ci riescono alla grande, in termini di proprietà di linguaggio, capacità improvvisative, arrangiamenti (da parte del batterista e leader), tecnica strumentale. Sono pochi i loro connazionali conosciuti ...