ADVERTISE WITH US

Luigi Sforza

Critico, didatta, music maker

About Me

Avendo risposto agli stimoli musicali eteroprovenienti in molti modi – emotivamente, fisicamente, praticamente e intellettualmente – col tempo ho imparato a intendere la musica sempre più in senso trasversale. Tutto ciò mi ha condotto inevitabilmente ad appassionarmi alle numerose varianti e ramificazioni che connotano la musica afro-americana, in quanto nata dal meticciato, e perciò inclusiva, senza perdere interesse per altre espressioni musicali e in generale per la letteratura e il cinema. Nel corso degli anni, quindi, con metodica e alineare sistematicità, mi sono laureato in musicologia presso l'Università di Bologna, ho suonato musiche varie – dal liscio all'etnojazz, dalla canzone al pop – ho pubblicato articoli, recensioni e interviste, ho inciso dischi e fatto concerti, ho condotto trasmissioni radiofoniche, ho organizzato eventi musicali, ho scritto canzoni e composto musiche per teatro e cortometraggi, ho insegnato musica ad adulti e bambini, ho seguito corsi e seminari, accademici e non, e soprattutto continuo ad appassionarmi alla musica e fare molte delle cose elencate sopra.

My Favorites

  1. Tom Waits - Rain Dogs
  2. Miles Davis - Kind of Blue
  3. Hector Berlioz - Symphony fantastique, op. 14
  4. Ornette Coleman - Tomorrow is the question
  5. Lucio Dalla - Come è profondo i mare
  6. Pino Daniele - Nero a metà
  7. The Beatles - Revolver
  8. Bill Frisell- Have a little faith
  9. John Zorn/George Lewis/Bill Frisell - News for Lulu
  10. Neked City- Naked City

Support All About Jazz's Future

We need your help and we have a deal. Contribute $20 and we'll hide the six Google ads that appear on every page for a full year!

Please support out sponsor