All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

Gaspare De Vito: Passing Notes

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Gaspare De Vito: Passing Notes
In un catalogo come quello di Improvvisatore Involontario, etichetta controcorrente, anticonvenzionale, irriverente, caustica, bizzarra, straordinaria fucina di talenti e idee, laboratorio infaticabile di ricerca verso musiche impossibili, questo Passing Notes figura come una mosca bianca. Perché la copertina ha una grafica quasi tradizionale e la musica ad un primo ascolto, sembra assai lontana dagli esperimenti sonori che caratterizzano le produzioni dell’etichetta.

Ma Gaspare De Vito, contraltista, flautista, compositore napoletano da anni attivo protagonista della scena bolognese, è musicista che non si ferma alle apparenze, troppo incombente la sua curiosità, troppo urgente la sua tensione verso una sintesi originale e meditata di rumori, suoni, voci, persone, esperienze della quotidianità, in poche parole verso un mondo musicale unico e personale.

E così poco alla volta Passing Notes si rivela per quello che è : una sintesi riuscita delle diverse anime che popolano il pensiero di De Vito. Melodicamente accattivante, ritmicamente inusuale - la scelta di congas e marimba si sposa a meraviglia con una musica a tratti quasi austera nella sua essenzialità -, dalla vena compositiva tanto sobria quanto formalmente ineccepibile, Passing Notes è disco nel quale i musicisti riescono a raggiungere una tale comunione esecutiva da permeare l’opera di una profonda spiritualità.

Difficile segnalare una traccia piuttosto che un’altra perché Passing Notes va considerato nella sua interezza, un unicum nel quale ogni singolo episodio aggiunge un piccolo tassello al raggiungimento del risultato finale. Ma non possiamo non ricordare “ Kalakuta “, commovente esecuzione solitaria di De Vito al contralto, o “ Morning Prayer “ rito sciamanico dalle ipnotiche armonizzazioni tra il sax del leader e il trombone di Njien Antonio Coatti, oppure “ Too Easy To Love “, con il contralto, che su un incedere da marcia funebre, lancia grida di libertà in un crescendo allucinato. Un piccolo gioiello.

Track Listing

The Fish From London; Sunrise (first day); Looking For The Roots; Morning Prayer; Monk's Cream; The Fanfare; Too Easy To Love; Kalakuta; Sunrise (day after).

Personnel

Gaspare De Vito: alto saxophone, flute, loopstation; Nijen Antonio Coatti: trombone, euphonium, shells; Roberto Bartoli: double-bass; Danilo Mineo: congas, marimba.

Album information

Title: Passing Notes | Year Released: 2008 | Record Label: Improvvisatore Involontario

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Transmigration
Makram Aboul Hosn
Wrongs
Dan Pitt Quintet
Polaris
Greg Skaff
Sun Beans Of Shimmering Light
Wadada Leo Smith / Douglas Ewart / Mike Reed
Northwestern Songs
Arne Torvik
I Am Not A Virus
Jordan VanHemert
Braids
Sam Rivers

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.