All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Michael Musillami Trio: Old Tea

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
La storia del jazz è piena di musicisti rimasti inspiegabilmente nell'ombra nonostante fossero circondati dalla stima di colleghi e addetti ai lavori. Se in particolare prendiamo in considerazione i chitarristi ho la sensazione che il numero dei cosiddetti musician's musicians sia più alto: a differenza di quanto successo nel rock, la chitarra spesso non ha avuto una funzione guida ed il ruolo dei chitarristi è stato di frequente appartato, anche in veste di leader.

Attivo professionalmente dai primi anni settanta e residente a New York dal decennio seguente, Michael Musillami ha svolto un ampio spettro di esperienze professionali, passando dall'organ trio con Richard "Groove" Holmes a collaborazioni con Junior Cook e Curtis Fuller, fino alla ricerca di nuove forme con Thomas Chapin, Mario Pavone, Joe Fonda e Drew Gress.

Oggi il suo stile ha raggiunto una sintesi ammirevole, riuscendo a coniugare la complessità e la ricchezza espressiva del jazz, in tutte le sue forme, con la carica ritmica e la comunicativa del rock. In questo disco lo dimostra ampiamente svolgendo un serrato ed empatico interplay con due partner di prim'ordine e di lunga data, il contrabbassiata Joe Fonda e il batterista George Schuller.

Come spiega lo stesso chitarrista nelle note di copertina, il disco nasce in memoria del figlio Evan scomparso nel marzo 2009, con cui era solito condividere una buona tazza di tea.

Il percorso musicale è variopinto e ricco di tensione ritmica, con riferimenti per nulla occasionali al rock: il brano iniziale e quello finale sono i più introspettivi e l'unico momento nostalgico (dal lirismo intenso e sentito) è affidato in chiusura al lirico flauto di Fonda.

Negli altri brani la fantasia collettiva s'esplica liberamente, portando a situazioni spesso avvincenti e ricche di sorprese, in un percorso che integra situazioni codificate nella tradizione ad altre più libere.

In ballad come "Evy-boy" Musillami evidenzia la raffinatezza del suo timbro (poco da invidiare a Jim Hall) in "Shiner at Rocky's" emerge con prepotenza il suo blues drive che giunge all'estrema concitazione ritmica in "King Alok" dai precisi riferimenti rock. In questo ed altri brani la relazione con George Schuller e Joe Fonda è esemplare. Giunto al quinto disco il trio esprime tutta la sua versatilità in un'empatica relazione che integra virtuosismo e sensibilità.

Track Listing: Introduction; Old Tea; Shiner At Rocky's; The Binary Smirk (Drum Interlude); King Alok; Kitchen Tribute (Collective Interlude); Evy-Boy; A True Original; Jameson #30 (Bass Interlude); Umbrella Top...That's How I Roll; Three Hundred Plus.

Personnel: Michael Musillami: guitar; Joe Fonda: bass and flute; George Schuller: drums.

Title: Old Tea | Year Released: 2010 | Record Label: Playscape Recordings

About Michael Musillami
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read No Place to Fall
No Place to Fall
By Mark Corroto
Read Cooper's Park
Cooper's Park
By Mike Jurkovic
Read Katarsis4
Katarsis4
By Vitalijus Gailius
Read A Throw Of Dice
A Throw Of Dice
By Dan McClenaghan
Read Roma
Roma
By Mike Jurkovic
Read e-motion
e-motion
By Nicholas F. Mondello
Read The Real Blue
The Real Blue
By Jack Bowers
Read City Abstract
City Abstract
By Dan Bilawsky