0

Michael Musillami, Rich Syracuse: Of The Night

Maurizio Comandini By

Sign in to view read count
Il chitarrista americano Michael Musillami, attivo da oltre 25 anni sulla scena del jazz d'avanguardia, è una figura piuttosto defilata che spesso privilegia situazioni raccolte e visionarie da condividere con partner scelti con cura e attenzione per poi accendere con loro una conversazione a due o tre voci. Normalmente nei suoi album troviamo composizioni originali. Questa volta Musillami ha scelto di omaggiare il celebre saxofonista Wayne Shorter, interpretando sette suoi brani, con la preziosa collaborazione del contrabbassista Rich Syracuse, un veterano della scena mainstream che ruota attorno allo stato di New York e al Connecticut.

Si parte con la celeberrima "Footprints" resa famosa soprattutto dal quintetto di Miles Davis (del quale Wayne Shorter ha fatto parte dalla metà degli anni sessanta ai primi mesi del 1970) e si scopre subito che Musillami e Syracuse hanno scelto la strada della dilatazione della composizione originale, presa e sviscerata senza fretta, girandole attorno con perizia e attenzione. I temi sono misteriosi ed accattivanti allo stesso tempo e questa caratteristica essenziale e peculiare della produzione artistica di Shorter viene ben evidenziata e valorizzata, com'è giusto che sia. Musillami e Syracuse sembrano voler accentuare in particolare le influenze folk che nelle composizioni di Shorter sono in realtà sempre state presenti, anche se spesso non in maniera evidente e dichiarata. La registrazione è di ottima qualità audio e possiamo cogliere ogni sfumatura generata dalle corde della chitarra elettrica di Musillami e da quelle del basso acustico di Syracuse.

Lo stesso approccio, pieno di spazi, anse, frattali, viene mantenuto per i sei brani restanti, anche se rimane la sensazione che proprio nel caso del primo brano questa strategia obliqua (come direbbe Brian Eno) abbia dato i risultati migliori. Alla lunga subentra infatti un po' di ripetitività, probabilmente in parte voluta, che sottrae qualcosa e, soprattutto, riduce le sorprese. Il dialogo fra i due rimane sempre interessante e la circumnavigazione delle composizioni di Shorter avviene lentamente ma inesorabilmente, senza lasciare nulla al caso.

Non bisogna avere fretta e conviene lasciarsi circondare da questa bella musica liquida e notturna che si eleva lentamente come una marea silenziosa e pacifica. Pronta a ricoprire il nostro universo.

Track Listing: TFootprints; Juju; Black Nile; Children Of The Night; Iris; One By One; Virgo.

Personnel: Michael Musillami: guitar; Rich Syracuse: bass.

Title: Of The Night | Year Released: 2016 | Record Label: Playscape Recordings


Tags

comments powered by Disqus

More Articles

Read Harmony of Difference CD/LP/Track Review Harmony of Difference
by Phil Barnes
Published: October 18, 2017
Read No Answer CD/LP/Track Review No Answer
by Karl Ackermann
Published: October 18, 2017
Read Agrima CD/LP/Track Review Agrima
by Dan McClenaghan
Published: October 18, 2017
Read Bright Yellow with Bass CD/LP/Track Review Bright Yellow with Bass
by Glenn Astarita
Published: October 18, 2017
Read Kurrent CD/LP/Track Review Kurrent
by C. Andrew Hovan
Published: October 17, 2017
Read Duets CD/LP/Track Review Duets
by Jakob Baekgaard
Published: October 17, 2017
Read "Swiss Radio Days, Vol. 40 - Zurich 1959" CD/LP/Track Review Swiss Radio Days, Vol. 40 - Zurich 1959
by Chris M. Slawecki
Published: June 7, 2017
Read "Six Easy Pieces" CD/LP/Track Review Six Easy Pieces
by Karl Ackermann
Published: April 5, 2017
Read "Dance of Time" CD/LP/Track Review Dance of Time
by Jeff Winbush
Published: May 26, 2017
Read "Carol Morgan Quartet - Post Cool Vol. 1 The Night Shift" CD/LP/Track Review Carol Morgan Quartet - Post Cool Vol. 1 The Night Shift
by C. Michael Bailey
Published: February 14, 2017
Read "Thick As Thieves" CD/LP/Track Review Thick As Thieves
by Jack Bowers
Published: June 22, 2017
Read "Is It Me...?" CD/LP/Track Review Is It Me...?
by Roger Farbey
Published: May 7, 2017

Join the staff. Writers Wanted!

Develop a column, write album reviews, cover live shows, or conduct interviews.