All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

1

Elliott Sharp: Octal - Book One

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Questo album firmato dal chitarrista sperimentale Elliott Sharp concentra il lavoro esecutivo su uno strumento a otto corde costruito dal liutaio Saul Koll che prevede le sei corde tradizionali della chitarra aumentate da due corde sul versante dei bassi. L’accordatura è assolutamente standard per quanto riguarda la parte mutuata dalla chitarra e conseguentemente le due corde basse sono accordate rispettivamente in Mi e in Si, una ottava più in basso rispetto alle altre corde. Tutto è molto tradizionale, pur nell’ambito di uno strumento innovativo.

Lo stesso Sharp preannuncia ulteriori album dedicati a questo strumento, denominato Octal, pieno di potenzialità, indicando la sua intensione di esplorare, nelle prossime occasioni, accordature anomale che vedranno in campo anche la serie matematica dei numeri di Fibonacci.

Un'altra scelta esecutiva riguarda la decisione di Sharp di non usare in questa occasione il plettro. Le corde vengono sfiorate, colpite, percosse, accarezzate solo con le dita. In un paio di casi viene utilizzato l’E-Bow, un accessorio elettronico che emette un campo magnetico che sollecita la vibrazione delle corde senza che le stesse vengano direttamente toccate, emulando in qualche modo il tipo di sonorità che potremmo associare a strumenti ad arco (violino, viola, violoncello, contrabbasso...).

Il suono è molto percussivo, la sonorità di questa chitarra è veramente suggestiva e sembra innescare una sorta di loop fra l’esecutore, lo strumento, l’amplificazione. Lo stesso Sharp dichiara di non fare nulla contro l’utilizzo di ‘drones’ che inevitabilmente, per la fisica stessa dello strumento, si polarizzano verso il Mi, il Si e il La, note che spesso fungono da ‘pedale’ per le suggestioni compositive e soprattutto per la parte di improvvisazione che in questi contesti è sempre in grande rilievo.

Anche la scelta di Sharp di non andare oltre le due o tre takes per ogni brano contribuisce a mantenere una freschezza apprezzabile che lascia intatta la capacità di questa musica di apparire originale e coerente, densa di suggestioni e sempre proiettata in avanti, mobilissima anche nei rari momenti in cui sembra farsi intimista e apparentemente tesa verso un rallentamento dinamico.

Gli otto brani che compongono l’album sono stati tutti scritti da Sharp che nelle note di copertina precisa come ognuno di loro preveda una struttura rigorosamente notata che poi nel corso della esecuzione fornisce spazio alla verve improvvisativa e alle licenze ‘poetiche’ a livello di performance che non possiamo non attenderci da un personaggio dotato di una fortissima personalità come Elliott Sharp.

Le stratificazioni timbriche mettono sotto una lente di ingrandimento le peculiarità della triade rappresentata dall’esecutore, dallo strumento e dalla amplificazione. E’ una sorta di celebrazione delle potenzialità della chitarra elettrificata nell’ambito della musica creativa e dell’avanguardia. Una celebrazione di altissimo livello, un punto di confronto col quale altre simili opere dovranno necessariamente confrontarsi.

Track Listing: 01. Through The Wormhole; 02. Symmetree; 03. Modulant; 04. On the Brane; 05. Intrinsic Spin; 06. Strange Attractor; 07. Antitop and Charm; 08. Quaternion.

Personnel: Elliott Sharp (chitarra a otto corde denominata Octal Guitarbass).

Title: Octal - Book One | Year Released: 2008 | Record Label: Clean Feed Records

About Elliott Sharp
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Lisipi
Lisipi
By Dan McClenaghan
Read Reminiscing In Tempo
Reminiscing In Tempo
By C. Michael Bailey
Read Strandwal
Strandwal
By Mark Corroto