All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

Stefano Bollani – Hamilton de Holanda: O que serà

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Stefano Bollani – Hamilton de Holanda: O que serà
Edu Lobo e Chico Buarque, Tom Jobim e Pixinguinha, Baden Powell e Vinicius de Moraes, Ernesto Nazareth e ovviamente Hamilton de Holanda sono le firme che danno subito la temperatura (geografica ma non solo) di questo spettacolare CD che documenta - dal vivo ad Anversa nell'agosto 2012 - il sodalizio tra il mandolinista e Stefano Bollani: una temperatura squisitamente brasileira, con un paio di eccezioni, più "Il barbone di Siviglia," che già il titolo denota a chi si debba attribuire...

La partenza ("Beatriz") è cantabile, quasi rapsodica, con l'interscambio fra i due dirimpettai che s'infittisce immediatamente, si fa scintillante e ovunque godibilissimo, nel brano targato Bollani, acquistando in latinità in "Caprichos de Espanha" del mandolinista (a dieci corde, il che dà qua e là - per esempio in "Canto de Ossanha" - toni e profondità quasi da oud o da bouzouki).

Si respira un grande senso di pienezza, di totalità, si avverte il palpabile divertimento dei due artisti, senza che questo scada mai (o quasi mai: può far magari eccezione "Apanhei-te Cavaquinho," comprensibilmente, visto che si tratta del brano di commiato) nel puro virtuosismo. Ogni nota (e sono veramente tante...) s'incastra nel punto giusto, senza una sbavatura, una virgola fuori posto. Acquisendo un taglio vagamente contrappuntistico in "Guarda che luna," che ci regala, in sovrappiù, un Bollani lanciato in un impagabile momento vocale simil-Paolo Conte.

Piacere puro e a piene mani anche nel prosieguo: in "Luiza" di Jobim, elegantissima ragnatela di note, nella titletrack, una delle più belle canzoni che mai siano state scritte, e via discorrendo. Fino a piazzare come sottofinale una magistrale versione di "Oblivion" (che già far suonare Piazzolla, argentino per antonomasia, a un brasiliano...), piena di trasporto e raffinatezze varie.

Insomma, dilungarsi oltre sarebbe del tutto pleonastico: questo è più che mai un disco che dev'essere assolutamente, tassativamente ascoltato. Raccontarlo - ammesso che non sia sempre così - serve solo ad alimentarne l'attesa.

Visita i siti di Stefano Bollani e Hamilton de Holanda.

Track Listing

Beatriz; Il Barbone di Seviglia; Caprichos de Espanha; Guarda Che Luna; Luiza; O Que Será; Rosa; Canto de Ossanha; Oblivión; Apanhei-te Cavaquinho.

Personnel

Stefano Bollani: piano; Hamilton de Holanda: bandolim.

Album information

Title: O que sera | Year Released: 2013 | Record Label: ECM Records

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

This Song Is New
Lorne Lofsky
Blue Lotus
The New Muse 4Tet
Garden Of Jewels
Ivo Perelman Trio
Virtual Birdland
Arturo O'Farrill

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.