All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

Dear All About Jazz Readers,

If you're familiar with All About Jazz, you know that we've dedicated over two decades to supporting jazz as an art form, and more importantly, the creative musicians who make it. Our enduring commitment has made All About Jazz one of the most culturally important websites of its kind in the world reaching hundreds of thousands of readers every month. However, to expand our offerings and develop new means to foster jazz discovery we need your help.

You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky Google ads PLUS deliver exclusive content and provide access to future articles for a full year! This combination will not only improve your AAJ experience, it will allow us to continue to rigorously build on the great work we first started in 1995. Read on to view our project ideas...

0

John McLaughlin & the 4th Dimension: Now Here This

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Ci sono diversi aspetti interessanti, e altri meno, in Now Here This, la nuova uscita dei 4th Dimension di John McLaughlin a due anni dal precedente To the One, nel quale figurava il batterista Mark Mondesir oggi sostituito dall'indiano Ranjit Barot.

La band è una realtà tecnicamente formidabile e la sua forza espressiva lascia il segno in diverse occasioni nei cinquanta minuti di musica proposti, come nel brano d'apertura "Trancefusion," nel quale ogni componente riversa in musica un approccio deciso e funzionale alla causa d'insieme e dove l'intreccio melodico vive di un buon attrito tra basso e chitarra su uno sfondo costruito su ritmiche febbrili. Meno ispirata, ma ugualmente importante sotto il profilo tecnico-creativo, è la seguente "Riff Raff," dove possiamo apprezzare tutta la sapienza musicale di McLaughlin e la sua visione virtuosistica della chitarra elettrica, come di consueto carica di effetti e capace di soli torrenziali. Non tutto però fila liscio. Questo perché l'eccessiva ricerca di complicazioni melodiche, soli a ripetizione e sovrastrutture di vario genere porta paradossalmente a un certo appiattimento di idee, come in "Echos from Then," brano monotono e privo di reali spunti di commento, se non quelli meramente tecnici.

Emergono elementi funky e blues nella musica di Now Here This, ma non vi è traccia di vera e propria innovazione, né in senso generale né, tanto meno, nello specifico bagaglio di McLaughlin, il quale anche in questo episodio troverà l'approvazione dei fan e meno quella di chi si aspetta di vedere l'asticella tirata sempre un po' più verso l'alto.

Track Listing: 1. Trancefusion; 2. Riff Raff; 3. Echos from Then; 4. Wonderfall; 5. Call and Answer; 6. Not Here Not There; 7. Guitar Love; 8. Take It or Leave It.

Personnel: John Mc Laughlin: chitarra e chitarra synth; Gary Husband: pianoforte, synthesizer, batteria; Ranjit Barot: batteria; Etienne M’Bape: basso elettrico e basso fretless.

Title: Now Hear This | Year Released: 2012 | Record Label: Abstract Logix

Tags

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles

Read Day to Day Album Reviews
Day to Day
By Paul Naser
May 24, 2019
Read Theia Album Reviews
Theia
By Jim Worsley
May 24, 2019
Read Ain't Nothing But a Cyber Coup & You Album Reviews
Ain't Nothing But a Cyber Coup & You
By Dan McClenaghan
May 24, 2019
Read Nexus Album Reviews
Nexus
By Jakob Baekgaard
May 23, 2019
Read The Second Coming Album Reviews
The Second Coming
By Daniel Barbiero
May 23, 2019
Read Luminária Album Reviews
Luminária
By John Sharpe
May 23, 2019