All About Jazz

Home » Articoli » Live Reviews

Dear All About Jazz Readers,

If you're familiar with All About Jazz, you know that we've dedicated over two decades to supporting jazz as an art form, and more importantly, the creative musicians who make it. Our enduring commitment has made All About Jazz one of the most culturally important websites of its kind in the world reaching hundreds of thousands of readers every month. However, to expand our offerings and develop new means to foster jazz discovery we need your help.

You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky Google ads PLUS deliver exclusive content and provide access to future articles for a full year! This combination will not only improve your AAJ experience, it will allow us to continue to rigorously build on the great work we first started in 1995. Read on to view our project ideas...

1

Nice Jazz Festival 2014

Emilio Palanti By

Sign in to view read count
Nizza—Francia

8-12.07.2014

Quest'anno, guardando il cartellone del Festival Jazz di Nizza, a prima vista si lamentava l'assenza di vere e proprie superstar, com'era accaduto nelle edizioni precedenti, ma a rassegna finita possiamo dire che non son mancate le piacevoli sorprese. Sia ben chiaro, molti nomi di prima grandezza erano presenti, ma forse mancava il personaggio trainante. Ad ogni modo il pubblico, incoraggiato anche da prezzi del tutto abboradbili, ha partecipato in maniera massiccia a tutte le cinque serate, dall'8 al 12 luglio.

Nella location ormai consolidata di Place Massena, che da qualche anno ha sostituito i giardini di Cimiez, si è ripetuta la formula che prevedeva ogni sera l'esibizione di sei gruppi, divisi fra il Théatre de Verdure e la Scène Massèna. Nella prima serata, sabato 8 luglio, denominata "All Stars" il clou era rappresentato dalla performance di Richard Galliano, che era anche il padrino del Festival: era accompagnato da un'Orchestra composta esclusivamente da musicisti nizzardi, diretti da Pierre Bertrand. Esibizione impeccabile, dedicata alla memoria di Claude Nogaro, scomparso dieci anni fa.

Prima di lui due sorprese, il pianista Kris Bowers, vincitore dell'edizione 2011 della "Thelonius Monk Piano Competition." Presentava il suo primo album a proprio nome Heroes & Mistfits, accompagnato da un quartetto che comprendeva anche la vocalist Julia Easterlin. A seguire un'altra voce da tenere d'occhio, Cecile McLorin Salvant, la franco-americana, reduce da una nomination ai Grammy Awards di quest'anno, in compagnia di Gregory Porter.

Sulla scena Massèna, invece si sono confrontati Patrice, con la sua miscela reggae e blues, Ben l'Oncle Soul e i Monophonics, con le sue sonorità soul anni sessanta e per finire Keziah Jones, l'inventore del Blufunk.

Mercoledì 9 il "Melting Pot" ci ha presentato un Christian McBride in forma eccellente, alla sua prima esibizione con un gruppo a suo nome qui a Nizza. Il contrabbassista assieme ai suoi giovani amici Christian Sands e Ulysses Owens, Jr. ha proposto il suo jazz molto groove and soul. Questo genere è poi proseguito con la performance del collettivo americano Snarky Puppy, capitanato dal bassista Michael League. Questo gruppo "aperto" è stato la spina dorsale ritmica per le prove vocali delle ospiti, tutte cantanti eccezionali, da N'Dambi a Malika, da Shayna Steele a Magda Giannikou.

Sulla scena Masséna, in mezzo ai set di Electro Deluxe e Metronomy, di ordinaria amministrazione, si è invece innalzato Ibrahim Maalouf, con il suo progetto "Illusions." Il trombettista libanese si conferma una delle realtà consolidate del jazz moderno e il suo sound speziato d'oriente ha il suo fascino.

Giovedì 10 era in programma "Rock It," incentrata sul palco centrale, dove il clou era rappresentato dai mitici Deep Purple. Ma è sulla scena del Théatre de verdure che si è celebrata probabilmente la miglior serata della rassegna. Ad aprire le danze il quartetto del sassofonista Eli Degibri, accompagnato dai giovanissimi Gadi Lehavi al piano, Ofri Nehemya alla batteria, meno di quarant'anni in due! E Barak Mori al contrabbasso. Il musicista israeliano ha eseguito molti brani del suo ultimo album Twelve, coinvolgendo il pubblico grazie ad un set suonato egregiamente. Nulla da eccepire poi sulla performance del quintetto di Kenny Garrett, divisa in una prima parte coltraniana e in una seconda più "leggera" con un forte coinvolgimento della platea. Ed infine un vero successo per "The Daptone Super Soul Revue": quasi due ore di soul, afro, jazz e funk per festeggiare l'etichetta americana Daptone Records. Si sono succeduti sul palco Charles Bradley , vero erede di James Brown, Sharon Jones & the Dap-Kings e i Sharon Jones & the Dap-Kings, gli Antibalas, i Sugarman 3 e le special guests Saun & Starr e Binky Griptite.

Venerdi 11 la serata Deep & Soul, oltre a fare il pieno con l'esibizione dei Gipsy Kings..., ha emanato profumo di New Orleans, con i concerti di due vere e proprie leggende, Henry Butler, assieme a Steve Bernstein & The Hot 9, che hanno presentato il loro recentissimo CD Viper's Drag, uscito per la Impulse! e poi Dr. John. Da segnalare anche l'ottima prestazione di Cody Chesnutt, famoso per i suoi successi con il gruppo The Roots, ma qui a Nizza con un repertorio molto più "soul," alla Marvin Gaye e Bill Withers, tanto per intenderci.

Tags

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Album Reviews
Live Reviews
Album Reviews
Live Reviews
Album Reviews
Read more articles
Viper's Drag

Viper's Drag

Impulse!
2016

buy
Pianola Live

Pianola Live

Basin Street Records
2008

buy
Homeland

Homeland

Basin Street Records
2004

buy

Related Articles

Live Reviews
Charlotte Jazz Festival 2019
By Mark Sullivan
May 16, 2019
Live Reviews
Nubya Garcia at Cathedral Quarter Arts Festival 2019
By Ian Patterson
May 16, 2019
Live Reviews
Electronic Explorations in Afro-Cuban and UK Jazz
By Chris May
May 15, 2019
Live Reviews
Charlotte Jazz Festival 2019
By Perry Tannenbaum
May 13, 2019
Live Reviews
Savannah Music Festival 2019
By Martin Longley
May 12, 2019
Live Reviews
Eyolf Dale at April Jazz
By Anthony Shaw
May 10, 2019
Live Reviews
Imogen Heap with guy Sigsworth at Lincoln Theatre
By Geno Thackara
May 10, 2019