All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Judy Niemack: New York Stories

Angelo Leonardi By

Sign in to view read count
Non è tra le cantanti più celebri del jazz moderno, ma è certamente tra le più brave. A differenza di quanto accade oggi nel mondo delle vocalist, Judy Niemack non fa surfing da uno stile all'altro ma continua a esaltare la tradizione vocale nata dal bop e dal cool jazz. E lo fa in maniera splendida, sulla scia di Chris Connor, Anita O'Day e Sheila Jordan. Quest'incisione è del novembre 2013 e segue di un anno Listening to You, il bel duo con il pianista Dan Tepfer già recensito su queste pagine.

La nuova collaborazione è col bandleader Jim McNeely che a capo della Danish Radio Big Band offre alla cantante il supporto ideale per un vivace ed estroverso percorso attraverso celebri composizioni di Thelonious Monk, Clifford Brown, Pat Metheny, Sting e Don Grolnick. Per i brani che non avevano dei testi già scritti ("Fragile" e Suddenly") Judy ne ha composto di efficaci. L'unico tema non incluso nella tradizione del jazz (anche se ne condivide l'estetica) è "New York Stories" del chitarrista belga Jeanfrancois Prins. È il multiforme brano che apre il disco, caratterizzato da una swingante orchestrazione e vari interventi solisti, che la cantante californiana interpreta alternando l'esposizione (anche colloquiale) del testo a momenti in scat.

Alla soglia dei sessant'anni—all'epoca dell'incisione—Judy conferma piena padronanza interpretativa, smagliante tecnica vocale ed estrosa tensione ritmica, realizzando uno dei suoi dischi più incisivi. Il meglio viene dai brani dinamici, dove la padronanza "strumentale" di Judy, il suo fraseggio luminoso d'impronta schiettamente "bianca" toccano i vertici. Un esempio solo il serrato ”Dahoud” e il conclusivo ”It's Over Now (Well You Needn't)” dove in più punti vocalizza all'unisono con l'intera orchestra.

Album della settimana.

Track Listing: New York Stories; Suddenly (In Walked Bud); Talk Awhile (It's Just Talk); A Crazy Song To Sing (Misterioso); I Should Have Told You Goodbye (Daahoud); Straight Up to the Light (Talking to Myself); Fragile (Sting); Round Midnight; It's Over Now (Well You Needn't).

Personnel: Jim McNeely: arranger, conductor; Judy Niemack: vocals; Anders Gustafsson, Christer Gustafsson, Thomas Kjaergaard, Mads La Cour, Lars Vissing: trumpet; Vincent Nilsson, Steen Nikolaj Hansen, Peter Jensen, Annette Saxe, Jakob Munck Mortensen: trombone; Nicolai Schultz, Peter Fuglsand: alto sax; Hans Ulrik, Frederick Menzies: tenor sax; Anders Gaardmand: baritone sax; Per Gade: guitar; Nikolaj Bentzon: piano; Kaspar Vadsholt: bass; Søren Frost: drums.

Title: New York Stories | Year Released: 2018 | Record Label: Sunnyside Records

About Judy Niemack
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Watch

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Both Sides
Both Sides
By Edward Blanco
Read First Spring
First Spring
By Dan McClenaghan
Read Beyond Us
Beyond Us
By John Sharpe
Read Patchwork
Patchwork
By John Kelman