All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Colin Stetson: New History Warfare Vol. 3: To See More Light

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Colin Stetson: New History Warfare Vol. 3: To See More Light
Terzo [e ultimo] capitolo della saga New History Warfare, questo To See More Light rappresenta un'ulteriore evoluzione nel percorso del sassofonista Colin Stetson, artista che negli ultimi anni ha alternato le collaborazioni con Tom Waits, David Byrne, Arcade Fire a una ricerca personale dalla precisa fisionomia.

La ricetta è semplice: senza alcuna sovraincisione, ma solamente con l'utilizzo della respirazione circolare, di una particolare microfonatura che esalta anche il rumore percussivo delle chiavi dello strumento e in alcuni momenti letteralmente "cantando" dentro il sassofono mentre suona, Stetson costruisce ipnotici brani sorretti da potenti anelli melodico/ritmici [specialmente potenti quando usa il sax basso], su cui l'unica concessione in post-produzione è l'aggiunta di altre voci.

Nel volume 2 le voci erano femminili, quelle di Laurie Anderson e di Shara Worden/My Brightest Diamond, in questo frammento finale della trilogia - dai temi legati alla guerra - c'è quella maschile di Justin Vernon/Bon Iver, particolarmente azzeccata quando si inabissa in toni cavernosi come nella cupa "Brute".

Ne esce un disco denso, che si muove per onde, in cui l'aspetto improvvisativo [ancora presente nel primissimo volume e molto diminuito nel lavoro intermedio] è praticamente ridotto a zero e dalla cui tessitura emergono di volta in volta grida, dolenti frammenti melodici e bagliori incantatori.

Se infatti i presupposti di partenza si riallacciano a esperienze strumentali già sondate da diversi sassofonisti di area avant/jazz, la musica di Stetson si muove decisamente in un'altra direzione, in una sorte di ponte tra il reame indie-rock più curioso verso le nuove timbriche e le lande sperimentali che si ibridano nelle maniere più insolite con le ossessioni ereditate dal punk e dal minimalismo.

Non è quindi certo un caso il successo di Stetson presso un pubblico giovane non necessariamente alla ricerca di traiettorie jazz [e che forse quindi potrebbe rimanere deluso dall'invece interessante duo di Stetson con Mats Gustafsson uscito di recente], ma attratto non solo dal visibile faticoso virtuosismo della performance, ma anche da una allucinata quanto lirica ossessività che evidentemente ben rappresenta parte dello spirito dei tempi.

Personnel

Colin Stetson: woodwinds.

Album information

Title: New History Warfare Vol. 3: To See More Light | Year Released: 2013 | Record Label: Not On Label (Colin Hunter Self-released)

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.