All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Francesco Diodati Yellow Squeeds: Never the Same

Vincenzo Roggero By

Sign in to view read count
Scrittura ispirata, esecuzione brillante, leadership democratica ma ben presente sono le fondamenta di Never the Same seconda fatica discografica di Francesco Diodati e dei suoi Yellow Squeeds. Elementi indispensabili a sostegno della visione musicale del leader, mondo sonoro alimentato da suggestioni diverse e diversificate, spesso imprevedibili, dove acustico, elettrico ed elettronico incrociano i loro percorsi in una dialettica stimolante e creativa.

L'andamento dei brani è tutt'altro che lineare, prevalgono i ritmi spezzati, gli accidenti, le strutture oblique ma il risultato d'insieme palesa una vena inaspettatamente e gradevolmente melodica.

È musica del nostro tempo che ha assorbito generi e stili metabolizzandoli in linguaggio personale, dove l'essenzialità non esclude la ricchezza espressiva, le idee sono in continuo divenire, muovendosi all'interno di strutture che ne subiscono il fascino e i cambi di direzione. E poi quel minuto e mezzo che chiude il disco, un brano di Thelonious Monk appena accennato e camuffato, come a dire cerchiamo pure nuovi orizzonti e nuove vie ma non dimentichiamoci del battito vitale della musica afroamericana.

Track Listing: Here and There; Cities; Irrational Numbers; River; Simple Lights; Blue Dreams; Entanglement; Never the Same; Expanded / Straight No Chaser.

Personnel: Francesco Diodati: guitars, gongs; Enrico Morello: drums, gongs; Enrico Zanisi: piano, Fender Rhodes, synth; Francesco Lento: trumpet; Glauco Benedetti: tuba, trombone, flute.

Title: Never the Same | Year Released: 2019 | Record Label: Auand Records

About Francesco Diodati
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related