All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Peter Evans: Nature/Culture

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Centootto (108) minuti di improvvisazione solitaria alla tromba sono un impresa titanica per il musicista e forse, in misura maggiore, per l'ascoltatore. Soprattutto se la narrazione in senso tradizionale è bandita, se gli appigli melodici sono merce rarissima, se non vi è l'ombra di una cover, se...

Insomma Peter Evans, trombettista dei formidabili Mostly Other People Do the Killing, qui alla seconda prova solitaria dopo l'acclamato More Is More (sempre per la Psi), ci conduce dalle parti di una improvvisazione totale o meglio, per dirla con Gaslini, di una musica totale.

Il rischio più che reale è quello della solita dimostrazione di abilità tecniche e competenze strumentali stupefacenti che si risolvono in un esercizio di stile, in lampi improvvisativi fini a se stessi che abbagliano ma non lasciano tracce, in una musica autoreferenziale che implode e non crea significativi punti di contatto con l'ascoltatore. Evans fugge da questi cliché decidendo di dedicarsi al suono, costruendo un grande affresco musicale che proprio nelle diverse declinazioni timbriche, dinamiche, di volume, di colonne d'aria, di vibrazioni, di respirazione trova linfa vitale e in definitiva la propria ragion d'essere.

Il primo CD, benché registrato in studio, non utilizza effetti elettronici o processori di sorta, ma semplicemente una seria di normalissime sordine ed un geniale uso di microfoni, posizionati sulla campana della tromba, vicino al bocchino e addirittura accanto alla bocca di Evans in modo da poter amplificare respirazione e vocalizzi del trombettista.

Il secondo CD registrato in presa diretta, ha maggiormente le caratteristiche di una performance live, le trame (?) hanno più ampio respiro, vi sono momenti improvvisativi più vicini ad una sensibilità jazzistica, un piccolo amplificatore per chitarra irradia pulviscoli elettrici, ma nulla di accomodante perché si è continuamente costretti ad arrancare dietro i mutamenti di umore del trombettista.

Il risultato è un'opera coraggiosa, ostica, spesso asfissiante, a tratti imperscrutabile, radicale, ma viva e palpitante.

Track Listing: Micro; Macro; Full; Jazz; The Chamber; Wa; Five; Nature/Culture: a; b; c; d; e; Technology.

Personnel: Peter Evans: trumpet, piccolo trumpet (3, 6, 8.)

Title: Nature/Culture | Year Released: 2009 | Record Label: Psi

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles