All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Azar Lawrence: Mystic Journey

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Ciò che apprezziamo del jazz è la costante tendenza al rinnovamento, la tensione che lo spinge a sperimentare, cercando nuove sintesi tra musiche e culture diverse. È un compito, questo, che spetta doverosamente ai giovani mentre i protagonisti delle passate stagioni hanno tutto il diritto di esprimere -con aggiornamenti più o meno marcati -i valori musicali che hanno creato.

Non tutti sono Miles Davis o Gil Evans. Il contributo dei "maestri" è di alimentare le radici, offrendo un contributo fondamentale per le nuove leve e corroborante il pubblico.

Quest'album ci riporta indietro all'esaltante stagione del jazz modale di marca coltraniana ma non è certo revival, come non lo era la musica di Art Blakey, di Elvin Jones o di altri protagonisti degli anni cinquanta/sessanta.

Dopo tre decenni di assenza dalle scene del jazz il sassofonista Azar Lawrence è tornato a incidere nel 2008 (Speak the World, Zarman Productions) e nel 2009 (Prayer to My Ancestors, Furthermore Recordings), esprimendo tutta la ricchezza e intensità di un eloquio che abbiamo apprezzato in opere come Enlightenment e Sama Layuca di McCoy Tyner o New Agenda di Elvin Jones.

Questo disco è stato inciso il 1° aprile 2009, quattro mesi prima della scomparsa di un altro grande partner di Coltrane, il batterista Rashied Ali, che è qui presente e contribuisce in pieno alla riuscita dell'album. Gli altri son tutti musicisti di prim'ordine: il magnifico e sottovalutato trombettista (nonchè medico psichiatra) Eddie Henderson, il contrabbassista Essiet Essiet, il pianista Benito Gonzalez e il sassofonista contralto Gerald Hayes.

Il repertorio si snoda attraverso sette impetuosi brani e una ballad, in un clima che ricorda appunto i dischi di McCoy Tyner degli anni settanta: assoli torrenziali sorretti da un tessuto modale e un impianto poliritmico pregnante, ricco di scomposizioni e colori. L'appassionato incedere di "Mystic Journey" è un manifesto quanto mai rappresentativo di quanto accade nei sessanta minuti del disco, che riaccende la memoria di una stagione appassionante. Sarebbe bello ascoltarli in concerto.

Personnel: Azar Lawrence: tenor and soprano saxophone; Eddie Henderson: trumpet and flugelhorn; Gerald Hayes: alto saxophone; Benito Gonzalez: piano; Essiet Essiet: bass; Rashied Ali: drums.

Title: Mystic Journey | Year Released: 2011 | Record Label: Furthermore Recordings

About Azar Lawrence
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related