All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Stefano Bollani Trio: Mediterraneo. Jazz at Berlin Philarmonic

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Il diciassettesimo disco per la serie Jazz at Berlin Philarmonic, diretta da Siggi Loch e pubblicata dalla ACT, sposta l'attenzione dal jazz centro e nord europeo per mettere a fuoco l'Italia.

Protagonista della serata documentata su disco, il 12 Giugno 2017, era Stefano Bollani, alla testa del suo "trio danese," ma affiancato anche dal talentuoso fisarmonicista francese Vincent Peirani e da quattordici archi e fiati membri dei Berliner Philarmoniker, diretti da Geir Lysne, che curava anche gli arrangiamenti. Vario, ma anche assai scontato, il programma, costituito da un fritto misto di evergreen italiche, da Monteverdi a Paolo Conte, passando per Leoncavallo, Rossini, Puccini, Rota e Morricone.

Vista la qualità di musica e musicisti, il calore del pubblico (la serata segnava il tutto esaurito), la cura nella realizzazione e il bonus offerto dalla registrazione live, non si può certo dire che ne sia venuto fuori un prodotto trascurabile: il brio è sempre presente, le invenzioni continue, alcune esecuzioni brillantissime e personali —volendone scegliere una esemplare rinvieremmo alla rossiniana "Largo al factotum," nella quale sia Bollani, sia Peirani danno il meglio, ma ove anche l'orchestra fa tutt'altro che da accompagnatrice —ragioni per cui il disco è gustosissimo e tiene sempre desta l'attenzione dello spettatore. E questo non è poco.

L'altra faccia della medaglia è, appunto, l'ovvietà del programma, il rispetto del quale impedisce anche che gli improvvisatori inventino qualcosa che vada aldilà del colpo di teatro, che sia davvero originale e "inaudito."

Certo, il progetto di Jazz at Berlin Philarmonic è rivolto a un pubblico ampio e consta sempre di "passerelle di gala" per personalità e musiche ad esso appetibili; tuttavia —dall'Accordeon Night alla Piano Night passando per Norvegian Woods —esso ha visto proporre anche cose meno ovvie e nelle quali, tra le pieghe delle performances, si intravedeva maggiore originalità. Qui, invece, solo divertiti virtuosismi a coronare una musica festosa.

Forse chiediamo troppo, quando si parla di jazz: probabilmente è giusto che anche questa musica abbia una faccia che sorride al pubblico distratto e, magari, lo stimoli all'attenzione, cosa che certo questo album riesce a fare. Tuttavia ci saremmo aspettati di più da questo Mediterraneo, che resta comunque un bel prodotto, raffinato e godibile.

Track Listing: Toccata; Sinfonia; Amarcord; Chi mai; The Good, The Bad And The Ugly; Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto; Azzurro; O mio babbino caro/Mattinata; Largo al factotum; Fortunella.

Personnel: Stefano Bollani: piano; Jesper Bodilsen: bass; Morten Lund: drums; Vincent Peirani: accordion, melodica; Berliner Philarmoniker conducted by Geir Lysne.

Title: Mediterraneo. Jazz at Berlin Philarmonic | Year Released: 2017 | Record Label: ACT Music

Tags

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Upcoming Shows

Related Articles

Read Getz At The Gate Album Reviews
Getz At The Gate
By Chris May
June 19, 2019
Read Keep Talkin' Album Reviews
Keep Talkin'
By Dan McClenaghan
June 19, 2019
Read Night Owl Album Reviews
Night Owl
By Dan Bilawsky
June 19, 2019
Read Let's Play Album Reviews
Let's Play
By Don Phipps
June 19, 2019
Read Hidden Corners Album Reviews
Hidden Corners
By Dan McClenaghan
June 18, 2019
Read Special Album Reviews
Special
By Jakob Baekgaard
June 18, 2019
Read Land Of Real Men Album Reviews
Land Of Real Men
By Friedrich Kunzmann
June 18, 2019