0

Lefteris Kordis: Mediterrana

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Lefteris Kordis: Mediterrana Da tempo residente negli Stati Uniti e oggi professore al Berklee College, il pianista e compositore Lefteris Kordis è però originario di Atene e mostra di non aver dimenticato la musica ascoltata in giovane età e le tradizioni musicali delle sue terre, studiate nel corso della sua formazione artistica. Questo disco, basato su formazioni variabili di traccia in traccia, è dedicato alla Grecia e ne riprende, rielaborandoli, temi e atmosfere.

Tre dei brani sono in trio (uno è la curiosa cover di "And I Love Her" dei Beatles, unica traccia non firmata da Kordis) e danno bene l'idea della cifra di fondo del lavoro: piuttosto tradizionale, raffinata, ruota attorno ai temi di sapore etnico senza snaturarli in chiave forzatamente "jazz," ma piuttosto interpretandoli in una chiave stilistica originale. In particolare, "Yota" è una lunga composizione molto bella e suggestiva, nella quale tutti i protagonisti -accanto a Kordis il bassista acustico Petros Klampanis e il batterista Ziv Ravitz -hanno modo di ben figurare.

La traccia di apertura, dal tema molto suggestivo, si avvale anche dello splendido suono del ney di Harris Lambrakis; meno riuscito l'uso, da parte di Kordis, di un Korg, che "sporca" i suoni e dà loro un colore posticcio. Più consona la presenza in quattro brani dell'armonica di Roni Eytan -tra questi anche l'ottima title track, nella quale si aggiungono anche un cajon e un laouto (mandola autoctona simile all'oud), e la conclusiva "Nas," nella quale interviene anche il clarinetto di Alec Spiegelman.

Ne vien fuori un lavoro che si ascolta con piacere e -sebbene non sempre la collazione di suoni paia perfettamente a fuoco -complessivamente pregevole, con numerosi momenti suggestivi, tra i quali spiccano la citata "Yota," "Mediterrana" e "Journey with Pilgrims," basata sul ricordo di una visita infantile al santuario di un venerato santo locale.

Track Listing: In the Land of Phrygians; Yota; Mediterrana; Deep Green; The Raven and the Fox; Journey with Pilgrims; And I Love Her; 8. Nas.

Personnel: Lefteris Kordis: pianoforte, Korg; Petros Klampanis: basso acustico; Ziv Ravitz: batteria; Roni Eytan: armonica; Vasilis Kostas: laouto; Harris Lambrakis: ney; Alec Spiegelman: clarinetto e clarinetto basso; John Lockwood: basso acustico; Sergio Martinez Diaz: cajon.

Year Released: 2016 | Record Label: Inner Circle Music | Style: Beyond Jazz


Related Video

comments powered by Disqus

Shop

More Articles

Read This Is Beautiful Because We Are Beautiful People CD/LP/Track Review This Is Beautiful Because We Are Beautiful People
by Matthew Aquiline
Published: May 29, 2017
Read Nigerian Spirit CD/LP/Track Review Nigerian Spirit
by James Nadal
Published: May 29, 2017
Read The Colours Suite CD/LP/Track Review The Colours Suite
by Glenn Astarita
Published: May 29, 2017
Read Les Liasons Dangereuses 1960 CD/LP/Track Review Les Liasons Dangereuses 1960
by Mark Corroto
Published: May 29, 2017
Read Chapter Five CD/LP/Track Review Chapter Five
by Jack Bowers
Published: May 28, 2017
Read The Hive CD/LP/Track Review The Hive
by Edward Blanco
Published: May 28, 2017
Read "Stille Post (Radio Works: 2003-2011)" CD/LP/Track Review Stille Post (Radio Works: 2003-2011)
by Mark Corroto
Published: July 17, 2016
Read "For Free" CD/LP/Track Review For Free
by Hrayr Attarian
Published: February 13, 2017
Read "Urban Soul" CD/LP/Track Review Urban Soul
by Roger Farbey
Published: May 20, 2017
Read "America's National Parks" CD/LP/Track Review America's National Parks
by John Sharpe
Published: November 11, 2016
Read "Cada Fuego Es El Primero" CD/LP/Track Review Cada Fuego Es El Primero
by Mark Corroto
Published: August 20, 2016
Read "Planets + Persona" CD/LP/Track Review Planets + Persona
by Glenn Astarita
Published: March 29, 2017

Why wait?

Support All About Jazz and we'll deliver exclusive content, hide ads, hide slide-outs, and provide read access to our future articles.

Buy it!