All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Lefteris Kordis: Mediterrana

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Lefteris Kordis: Mediterrana
Da tempo residente negli Stati Uniti e oggi professore al Berklee College, il pianista e compositore Lefteris Kordis è però originario di Atene e mostra di non aver dimenticato la musica ascoltata in giovane età e le tradizioni musicali delle sue terre, studiate nel corso della sua formazione artistica. Questo disco, basato su formazioni variabili di traccia in traccia, è dedicato alla Grecia e ne riprende, rielaborandoli, temi e atmosfere.

Tre dei brani sono in trio (uno è la curiosa cover di "And I Love Her" dei Beatles, unica traccia non firmata da Kordis) e danno bene l'idea della cifra di fondo del lavoro: piuttosto tradizionale, raffinata, ruota attorno ai temi di sapore etnico senza snaturarli in chiave forzatamente "jazz," ma piuttosto interpretandoli in una chiave stilistica originale. In particolare, "Yota" è una lunga composizione molto bella e suggestiva, nella quale tutti i protagonisti -accanto a Kordis il bassista acustico Petros Klampanis e il batterista Ziv Ravitz -hanno modo di ben figurare.

La traccia di apertura, dal tema molto suggestivo, si avvale anche dello splendido suono del ney di Harris Lambrakis; meno riuscito l'uso, da parte di Kordis, di un Korg, che "sporca" i suoni e dà loro un colore posticcio. Più consona la presenza in quattro brani dell'armonica di Roni Eytan -tra questi anche l'ottima title track, nella quale si aggiungono anche un cajon e un laouto (mandola autoctona simile all'oud), e la conclusiva "Nas," nella quale interviene anche il clarinetto di Alec Spiegelman.

Ne vien fuori un lavoro che si ascolta con piacere e -sebbene non sempre la collazione di suoni paia perfettamente a fuoco -complessivamente pregevole, con numerosi momenti suggestivi, tra i quali spiccano la citata "Yota," "Mediterrana" e "Journey with Pilgrims," basata sul ricordo di una visita infantile al santuario di un venerato santo locale.

Track Listing

In the Land of Phrygians; Yota; Mediterrana; Deep Green; The Raven and the Fox; Journey with Pilgrims; And I Love Her; 8. Nas.

Personnel

Lefteris Kordis: pianoforte, Korg; Petros Klampanis: basso acustico; Ziv Ravitz: batteria; Roni Eytan: armonica; Vasilis Kostas: laouto; Harris Lambrakis: ney; Alec Spiegelman: clarinetto e clarinetto basso; John Lockwood: basso acustico; Sergio Martinez Diaz: cajon.

Album information

Title: Mediterrana | Year Released: 2017 | Record Label: Inner Circle Music

Post a comment about this album

Watch

Tags

Shop Amazon

More

Read Tongue In A Bell
Tongue In A Bell
Peter Brötzmann / Paul G. Smyth
Read Some More Jazz
Some More Jazz
Keys and Screws
Read Tbilisi
Tbilisi
Max Gerl

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.