All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Roberto Magris Quintet: Mating Call

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Roberto Magris Quintet: Mating Call
La relazione tra Roberto Magris e gli Stati Uniti (in particolare con Kansas City, di cui è cittadino onorario) si fa proficua. Dopo aver registrato nel 2007 uno splendido lavoro in trio col bassista Art Davis e in attesa che venga pubblicata una recente session dedicata alla musica di Lee Morgan (in un quintetto con Albert "Tootie" Heath), il pianista triestino inaugura la nuova etichetta statunitense JMood.

Il disco, prodotto da Paul Collins, vede tre brani originali di Magris e alcuni standards, tra cui il famoso "Lament" di Jay Jay Johnson e "Mating Call" di Tadd Dameron, dall'omonimo album di quest'ultimo con John Coltrane.

Ascoltare la musica di Magris è sempre un grande piacere. Non sono molti i jazzmen in grado di mantenere un'identità stilistica così chiara e riconoscibile pur nella varietà degli organici e delle partnership: il suo jazz si colloca in pieno entro i confini del modern mainstream ma resta fresco e cantabile nella varietà delle situazioni che presenta, risultando ispirato e ricco di fascino.

I musicisti che lo affiancono in questo nuovo progetto non sono molto noti in Italia e risultano efficacissimi, entrando in piena sintonia col sofisticato mondo del leader.

L'album si apre con "Optional Man" di Magris, un valzer a tempo medio dalla contagiosa linea melodica, che il soprano di Paul Carr tinge di sfumature coltraniane. Al suo assolo seguono un bell'intervento di Michael O'Neill al tenore e un luminoso assolo dello stesso Magris. In questo brano e negli altri va segnalati il solido quanto articolato lavoro ritmico di Elisa Pruett al contrabbasso e Idris Muhammad alla batteria.

Nuovi colori e riferimenti si aggiungono nel prosieguo del disco, dal groove di "Hill Of Illusions" all'intensa ballad "Theme for Ernie," composta da Fred Lacey in ricordo del sassofonista Ernie Henry. Particolare rilievo assume la lunga versione di "Mating Call" con un arrangiamento di Magris che dà nuova luce al brano, grazie al taglio etnico e all'avvincente ostinato di basso.

Track Listing

Optional Man; Hill of Illusion; Lament; Theme For Ernie; Mating Call; Europlane Blues; Lonely Town.

Personnel

Roberto Magris: piano, electric piano; Paul Carr: soprano saxophone, tenor saxophone; Michael O'Neill: tenor saxophone; Elisa Pruett: acoustic bass; Idris Muhammad: drums.

Album information

Title: Mating Call | Year Released: 2010 | Record Label: J-Mood Records

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.