All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Adam Meckler: Magnificent Madness

Angelo Leonardi By

Sign in to view read count
Non so se Minneapolis è considerata "provincia" nel vasto territorio statunitense (nel campo del jazz certamente si, rispetto ai poli storici di New York, Los Angeles e Chicago) ma spesso dalla provincia giungono alte prove di creatività. Il trombettista, educatore e bandleader Adam Meckler deve ancora trovare ampi riconoscimenti ma il suo debutto orchestrale del 2014 (When The Clouds Look Like This) e un paio di lavori in quintetto hanno evidenziato le sue doti di fantasioso solista e orchestratore. Come fanno fede i numerosi video su You Tube, il suo look personale è oggi più à la page rispetto a qualche anno fa e sembra riflettere i variopinti mutamenti orchestrali del nuovo lavoro. Ci viene in mente l'abbigliamento di Don Ellis nella seconda metà dei sessanta e di Gil Evans quando varò l'orchestra elettrica.
Magnificent Madness non è solo un raffinato lavoro orchestrale ma gioca con le musiche della modernità in modo eccentrico quasi a voler seguire, in un'ottica nuova, la scia dei due grandi bandleader citati.

Con la produzione di JC Sanford e facendo tesoro di varie collaborazioni passate con protagonisti della black popular music, dal R&B al rap, Meckler guida la sua big band su un repertorio di sette nuovi brani. Dopo i variopinti percorsi tra funk storico e Maria Schneider del tema d'apertura e l'elegante modern mainstream di "Let's Live," il clima si fa torrido nella versione live, caratterizzata dai rapper Harjinder e J.D. Steele e dalle vibranti sottolineature orchestrali.
Il percorso musicale prosegue alternando pregevoli orchestrazioni nel segno della tradizione ("Jennsong," in omaggio alla trombonista Jennifer Werner), variopinte fusioni stilistiche ("Fall Leaves and Apple Trees") e vibranti incursioni nell' hip-hop e nel funk ("Our Death Under Your Pillow" e "The Tao of Heavy D"). Meckler dà ulteriore prova del suo valore strumentale con ottimi assoli nel corso dei brani, lasciando il finale al magistrale intervento di Rex Richardson

Album della settimana.

Track Listing: Magnificent Madness; Let's Live; Let's Live - Part Two; Jennsong; Our Death Under Your Pillow; Fall Leaves and Apple Trees; The Tao of Heavy D.

Personnel: Nelson Devereaux, David Hirsch, Ben Doherty, Shilad Sen, Angie Hirsch: saxophones; Tom Krochock, Noah Ophoven-Baldwin, Sten Johnson, Elaine Burt: trumpets; Jeff Rinear, Nick Syman, Mason Hemmer, Lauren Husting: trombones; Ethen Elseth: guitar; Steven Hobert: piano, rhodes; Graydon Peterson: bass; Adrian Suarez: drums. Toki Wright, Cameron Kinghorn: Vocals (5); Harjinder, J.D. Steele: vocals (3); Rex Richardson: Trumpet Solo (7).

Title: Magnificent Madness | Year Released: 2019 | Record Label: Ropeadope

About Adam Meckler
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Watch

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Never More Here
Never More Here
By Dan McClenaghan
Read Lanzarote
Lanzarote
By Gareth Thompson
Read Strong Thing
Strong Thing
By Geannine Reid
Read Ocean in a Drop
Ocean in a Drop
By Geno Thackara