All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Henri Texier Red Route Quartet: Love Songs Reflexions

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Curioso che il primo lavoro di Henri Texier alla guida del suo nuovo quartetto, denominato Red Route come le strade inglesi con divieto di stazionamento - a simboleggiare, dunque, la continua tensione ad "andare oltre" della sua musica - sia proprio un per lui inusitato percorso a slalom tra gli standard. Tutti, per giunta, malinconici e ispirati all'amore, e molti di autori classicissimi come Ellington, Billy Holiday, Cole Porter, Victor Young.

Né si può dire che le interpretazioni del quartetto - che include peraltro suoi partner abituali come il figlio Sébastien alle ance, Manu Codjia alla chitarra e Christophe Marguet alla batteria - siano poi così innovative: basta ascoltare "In a Sentimental Mood," nella quale sia Texier figlio, sia Codjia sono impegnati - e con quanta qualità! - ad esprimere l'"umore sentimentale" del titolo, per rendersi conto che qui, per una volta, Texier si è voluto cimentare sul terreno della tradizione del jazz, per sviscerarne gli aspetti più meditativi, umbratili, opalescenti.

Non è perciò un caso che anche le sei tracce-paletto del percorso a slalom, sebbene quasi tutte improvvisate, siano ispirate allo stesso tipo di atmosfera, come si evince fin dai titoli: "Dark Song," "Nostalgique," "Emouvantes Blues" - splendida composizione di Henri e forse apice dell'intero lavoro.

Ne vien fuori un disco notturno e commovente, con alcuni guizzi che richiamano la cifra dei musicisti impegnati (in "Mistreated" prima Codjia e poi Sébastien al clarinetto alto si producono in assoli più drammatici e tesi, mentre in "A vif" le atmosfere improvvisamente mutano del tutto), ma complessivamente "classico" e meno personale di altri lavori di Texier.

Ma, forse, proprio questo è oggi, per l'esperto contrabbassista francese, "andare avanti" senza fermarsi lungo la strada: mettere in discussione il proprio personale tragitto artistico per confrontarsi con la tradizione, tradendo se stesso più che quella. E sorprendere anche l'ascoltatore con un lavoro inatteso, certo non banale, nel quale trasmettere ed offrire sentimenti comunque conservati nella propria anima, senza averli finora manifestati.

Il risultato è tutt'altro che disprezzabile, anche per chi, comunque, apprezzi di Texier lo stile più proprio. Anche grazie alla bravura del gruppo, con un Sébastien che non si smentisce ormai da tempo (e che, francamente, appare un po' sottostimato dalla critica) e un Codjia che si mostra come uno dei chitarristi più eclettici ed originali della scena contemporanea.

Track Listing: 1. Beautiful Love (Victor Young) - 3:51; 2. Intuition - 4:25; 3. I Love You (Cole Porter) - 2:17; 4. In A Sentimental Mood (Ellington/Mills/Kutz) - 6:28; 5. Dark Song - 2:40; 6. Easy To Love (Cole Porter) - 3:41; 7. Mistreated - 4:06; 8. God Bless The Child (Holiday/Herzog) - 6:40; 9. À vif - 3:26; 10. Nostalgique - 4:06; Emouvantes blues (Henry Texier) - 4:10; 12. My One And Only Love (Mellin/Wood) Ove non indicato i brani sono di E.Codja/C. Marguet/S. Texier/H. Texier.

Personnel: Henri Texier (contrabbasso), Sébastien Texier (sax contralto, clarinetto, clarinetto alto), Manu Codjia (chitarra), Christophe Marguet (batteria).

Title: Love Songs Reflexions | Year Released: 2009 | Record Label: Label Bleu

About Henri Texier
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Dear Trouble
Dear Trouble
By Jerome Wilson
Read Ballades
Ballades
By Mike Jurkovic
Read Four
Four
By Mike Jacobs
Read Svanvik
Svanvik
By Anthony Shaw
Read the scOpe
the scOpe
By Chris M. Slawecki
Read All Encores
All Encores
By Mark Sullivan