All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

Francesco Cusa and the Assassins: Love

Giuseppe Segala By

Sign in to view read count
Francesco Cusa and the Assassins: Love
Formazione che esprime al meglio la versatilità e la feroce curiosità del suo leader, il batterista, compositore e scrittore Francesco Cusa "Skrunch", The Assassins trova con questo album una decisa focalizzazione dopo i progressivi aggiustamenti della proposta musicale e dell'organico di trio, che aveva già beneficiato dell'inserimento di Piero Bittolo Bon nel precedente CD The Beauty and the Grace, del 2012. Ora, l'arrivo stabile di Cristiano Arcelli al sax alto porta una notevole personalità, in grado di interagire con la formazione e con le complesse, significanti composizioni di Cusa.

La nettezza del segno che subito emerge dall'ascolto del disco, la calibratura dei volumi (sonori ma anche architettonici), la filigrana degli intrecci sono elementi che immediatamente si evidenziano in un gioco mai fine a se stesso. La precisione non è vacua, autocompiaciuta. Scorre sostanza. Il groove, sebbene nella registrazione sia più controllato e trattenuto che nelle esibizioni live del gruppo (si veda la recensione di Liberò Farnè Al Barazzo di Bologna), non manca mai di densità e intensità. Aggiunge, piuttosto, pur nella dimensione più pulita e delimitata.

Splendida l'intesa dei due fiati, con il sax che percorre linee nette, precise, spesso taglienti, e la tromba di Flavio Zanuttini che gioca maggiormente sulla spazialità, con il supporto intelligente dell'elettronica. Tenace ed elastica la conduzione del leader, la cui batteria si addentra nei brani, controlla, avvolge e trapassa, sostiene e contrappunta nei contrasti metrici. Costante e sostanziale la funzione affidata all'organo di Giulio Stermieri, che elabora a sua volta percorsi propri, originali.

Tra Chicago e post-moderno, c'è un bel po' di progressive rock alla Canterbury nel lavoro di organo e batteria. Spesso le carte si mescolano con la sovrapposizione di stili e umori: "Intricate Corvai" si muove tra i sussulti dell'organo e della batteria, con le digressioni aperte dei due fiati, dapprima in preciso unisono poi a sfaldarsi e stimolarsi a vicenda. Tutto è di continuo rimesso in discussione attraverso lo spiazzamento e l'uso di angolazioni differenti: il titolo "Escher" ne declina una delle intenzioni esplicite. "Oslo in My Heart" mescola noir e ballad in suggestiva trasfigurazione. L'esplorazione è disincantata e priva di enfasi: una sorta di metafisica della lucidità, con inserti surrealisti che in "Ending 2" trattano il titolo Love.

La fotografia di un momento significativo nell'attività di Cusa.

Track Listing

Escher; Intricate Corvai; Oslo in My Heart; Wrong Measures; The Act of Killing Music; Ending 1; Ending 2.

Personnel

Flavio Zanuttini: tromba, elettronica; Cristiano Arcelli: sax alto; Giulio Stermieri: organo Hammond, tastiere; Francesco Cusa: batteria.

Album information

Title: Love | Year Released: 2015 | Record Label: Improvvisatore Involontario

Post a comment about this album

Tags

Jazz Near Naples
Events Guide | Venue Guide | Get App | More...

Shop Amazon

More

Read Asteroid Ekosystem
Asteroid Ekosystem
Alister Spence Trio With Ed Kuepper
Read AfroFuturism
AfroFuturism
Logan Richardson
Read The Lockdown Blues
The Lockdown Blues
Professor Cunningham and His Old School
Read Symbiosis
Symbiosis
Jeff Coffin / Derek Brown

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.