0

Benny Green: Live in Santa Cruz

Luigi Sforza By

Sign in to view read count
Di sicuro Benny Green è un pianista dalle eccellenti doti. Vulcanico, inventivo, tecnicamente impeccabile, in Live in Santa Cruz Green declina in maniera eccelsa il linguaggio tradizionale del jazz. Elaborate con gusto e senso della melodia, le nove tracce del disco dichiarano la loro appartenenza al mondo hard bop. Nel fraseggiare con scioltezza e decisione insieme, Green elargisce generosamente cascate di note, che in un profluvio di sequenze sonore creano un sound muscolare e pulsante. Che si tratti di medium swing ("Certainly" e "Forgiveness"), fast da perdifiato ("Bish Bash" e soprattutto "Sonny Clark," evidente omaggio ad un grande pianista degli anni Cinquanta), ballad ("Golden Flamingo"), latin jazz ("Phoebe's Samba" e "Cactus Flower") o semplicemente un blues ("Anna's Blues"), si percepiscono una necessaria urgenza espressiva e una contagiosa vitalità musicale.

In questo trio -completato da due eccellenti accompagnatori, David Wong al contrabbasso e dal prezioso quanto attento Kenny Washington alla batteria -il pianoforte ricopre un ruolo fondamentale. Tutto è perfettamente sintonizzato sulle intenzioni di Green, sul suo energico e fluido fraseggio, sul vigoroso tocco e sui tratti ben delineati delle note che viene via via producendo.

Live in Santa Cruz documenta di una serata particolare nel noto jazz club Kuumbwa della città californiana. I momenti fissati su disco testimoniano quanto sia trascinante e coinvolgente la performance di questo trio. La militanza di Green in gruppi guidati da Art Blakey, Milt Jackson, Ray Brown, Freddie Hubbard, Betty Carter e molti altri dimostra quanta storia del jazz si dischiuda tutte le volte che le sue dita si poggiano sui tasti di un pianoforte.

Questo pregevole trio è in grado di far rivivere la tradizione con convinzione e spirito di appartenenza, espone in perfetta dizione boppistica e con misurata maestria le possibili sfaccettature di un approccio linguistico ancora oggi in grado di avvincere e stimolare l'ascolto, soprattutto quando, come in questo caso, la musica è ricca di sfumature e particolari sonori che nell'insieme creano un'operazione niente affatto di maniera o passatista, tutt'altro;Live in Santa Cruz è un progetto datato di notevole intensità e soprattutto sprigiona irrefrenabile vitalità musicale.

Track Listing: Certainly; Phoebe's Samba; Catus Flower; Sonny Clark; Golden Flamingo; Tales of Malone; Forgiveness; Bish Bash; Anna's Blues.

Personnel: Benny Green: piano; David Wong: contrabbasso; Kenny Washington: batteria.

Title: Live in Santa Cruz | Year Released: 2017 | Record Label: Sunnyside Records


Tags

comments powered by Disqus

More Articles

Read Aqustico vol 2 CD/LP/Track Review Aqustico vol 2
by Geno Thackara
Published: September 25, 2017
Read Lattice CD/LP/Track Review Lattice
by Mark Corroto
Published: September 25, 2017
Read Beginnings CD/LP/Track Review Beginnings
by David A. Orthmann
Published: September 25, 2017
Read Synchronic CD/LP/Track Review Synchronic
by Roger Farbey
Published: September 25, 2017
Read Slægt CD/LP/Track Review Slægt
by Jakob Baekgaard
Published: September 24, 2017
Read An Eye on the Future CD/LP/Track Review An Eye on the Future
by Jack Bowers
Published: September 24, 2017
Read "Drama" CD/LP/Track Review Drama
by Matthew Aquiline
Published: September 9, 2017
Read "Second Act" CD/LP/Track Review Second Act
by Mark Sullivan
Published: August 23, 2017
Read "Oaktree" CD/LP/Track Review Oaktree
by Matthew Aquiline
Published: March 28, 2017
Read "Cantos Invisíveis" CD/LP/Track Review Cantos Invisíveis
by Karl Ackermann
Published: January 13, 2017
Read "Tangle" CD/LP/Track Review Tangle
by John Eyles
Published: December 3, 2016
Read "Short Stories" CD/LP/Track Review Short Stories
by C. Michael Bailey
Published: November 3, 2016

Join the staff. Writers Wanted!

Develop a column, write album reviews, cover live shows, or conduct interviews.