All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

1

Carmen Lundy: Live at Madrid

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Chi pensa che l'autoproduzione sia solo un modo di emergere da parte di musicisti poco noti resterà sorpreso dalle ultime tendenze: cantanti come Norah Jones e Carmen Lundy che per motivi loro decidono di seguire questa strada.

La cantante afroamericana ha decenni di carriera alle spalle e nel corso di questa si è sempre data ad un mainstream aggiornato con influenze elettriche scrivendo però da sola i brani e gli arrangiamenti, contribuendo così, grazie a canzoni particolarmente riuscite, ad allargare i confini di un genere che altrimenti rischierebbe di restare limitato a pochi ma famosi titoli, quelli che tutti vogliono ascoltare e che hanno avuto nel passato interpretazioni irripetibili.

Per la sua esibizione al teatro Madrid di Los Angeles ha scelto di fare le cose in grande con una band che comprende i musicisti che l'hanno accompagnata nelle ultime incisioni, compresi tre tastieristi e nella sezione fiati tre stars come Steve Turre, Mark Shim e Bobby Watson. Un lavoro che è una summa di quello fatto fino adesso comprendendo tutte le sue canzoni più importanti.

Padroneggia perfettamente gli aspetti tecnici del suo mestiere, dalla voce sicura ai testi agli arrangiamenti e pure l'entertainment con il pubblico ha la sua - divertente - parte, ad esempio in "Send Me Someone to Love", con la sua retorica domanda "Is anybody out there?" e l'affermazione che ancora oggi è sexy abbastanza: "Look at me now".

Lo show ha, per chi avesse dei dubbi, anche qualità artistiche, per il semplice motivo che un lavoro del genere non spunta per caso. Jazz, un pò di soul, un uso raffinato e moderato degli strumenti elettrici, la grande voce, tutto contribuisce a fare di questo lavoro un insieme cesellato e preparato con attenzione a cui è difficile aggiungere nuovi tasselli.

Carmen Lundy ha scelto di gettare uno sguardo indietro a tutto quello che ha scritto e fatto fino adesso. La sua esibizione diventa così un omaggio a trenta anni di carriera ad altissimo livello.

Track Listing: CD1; 01. In Love Again - 4:50; 02. One More River to Cross - 7:50; 03. Something to Believe In - 5:56; 04. Better Days - 5:58; 05. Where�'d It Go - 8:00; 06. Wild Child - 5:57; 07. Afrasia! - 8:55; 08. Happy New year - 6:34; 09. Long Journey Home - 6:01; CD2; 01. You�'re Not In Love 5:35; 02. All Day, All Night - 5:58; 03. Walking Code Blue - 7:59; 04. Send Me Someone To Love - 6:34 05. Old Friend - 7:36; 06. (I Dream) In Living Color - 14:44; 07. Firefly - 5:39 08. Vu Ja De - 4:40; 09. Good Morning Kiss - 5:41

Personnel: Carmen Lundy (voce); Robert Glasper (piano), Billy Childs (piano, tastiere); David Roifstein (piano); Curtis Lundy (contrabbasso); Nathal East (basso elettrico); Kenny Davis (basso elettrico); Phil Upchurch (chitarra); Victor Lewis (batteria); Marvin "Smitty" Smith (batteria); Mayra Casales (percussioni); Steve Turre (trombone, conchiglia); Bobby Watson (sax alto); Mark Shim (sax tenore, soprano); Krystal Davis Williams (background vocals) - LA String Quartet

Title: Live at Madrid | Year Released: 2006 | Record Label: Jazz Cats

About Carmen Lundy
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read A Throw Of Dice
A Throw Of Dice
By Dan McClenaghan
Read Roma
Roma
By Mike Jurkovic
Read e-motion
e-motion
By Nicholas F. Mondello
Read The Real Blue
The Real Blue
By Jack Bowers
Read City Abstract
City Abstract
By Dan Bilawsky
Read Spectrum
Spectrum
By Mike Jurkovic
Read Munich 2016
Munich 2016
By Karl Ackermann
Read Sounds of 3 Edition 2
Sounds of 3 Edition 2
By Geno Thackara