4

Dave Douglas with the Westerlies and Anwar Marshall: Little Giant Still Life

Giuseppe Segala By

Sign in to view read count
Per questa nuova realizzazione dell'etichetta indipendente Greenleaf da lui fondata nel 2005, Dave Douglas riunisce attorno a sé l'ottimo quartetto di ottoni The Westerlies, formato da musicisti originari di Seattle (dei quali abbiamo già segnalato qualche mese fa il doppio CD omonimo pubblicato nel 2016) e aggiunge la batteria del giovane musicista di Filadelfia Anwar Marshall, quanto mai vivace e pertinente nel contesto.
L'incontro del trombettista con il quartetto di Seattle è avvenuto nell'ambito del festival Chamber Music America ed è stato amore a prima vista: Douglas, ha iniziato a scrivere brani in abbondanza per questo stimolante connubio e la cosa si è sviluppata con forza spontanea.

Arriva immediato il confronto con le realizzazioni precedenti di Westerlies, ma anche con quella dello stesso Douglas, quando nel 2008 riunì l'ensemble di ottoni Spirit Moves. Quest'ultimo, che comprendeva musicisti eccezionali come Vincent Chancey e Marcus Rojas, si presentava con un approccio più ruvido e diretto, immerso nelle atmosfere blues e nelle armonizzazioni vivaci legate all'esperienza di Lester Bowie con la sua Brass Fantasy. L'operazione di Westerlies allarga invece le proprie attenzioni sugli arrangiamenti dettagliati ed eleganti, sui contrasti dinamici, su connotazioni ad ampio raggio tra la musica da camera e la contemporanea, la Third Stream e il folklore.

Il presente lavoro si colloca in un'area di mezzo, ma più prossima a un approccio molteplice e differenziato, optando per un taglio ricercato, ricco di preziosi dettagli, all'interno del quale le incursioni generosamente impetuose risaltano con particolare evidenza. Ne è un esempio il brano d'esordio, "Champion," il cui titolo rimanda nuovamente, come fa il titolo del CD, all'opera dell'artista Stuart Davis cui si ispira la musica: quanta attenzione, e quale interesse dedica Douglas ai movimenti artistici della contemporaneità! In "Champion," l'acceso aspetto ritmico e quello cromatico si impongono fin dalle prime battute, mettendo in rilievo il gioco di rimpallo e di sprone reciproco tra fiati e batteria; dando subito un saggio significativo di quanto Marshall sia ben connesso al progetto e di quanto l'incontro di Douglas con Westerlies sia prolifico.

L'osmosi mirabile risalta anche tra la tromba di Douglas e gli altri ottoni in campo, che nella parte centrale del brano si dilettano a un incastro, prima che la batteria venga lanciata in un gioco tumultuoso quanto duttile ed elastico, molto ricco anche sotto l'aspetto timbrico. La densità pastosa e la perfetta coesione dell'insieme di tre trombe, trombone e trombone basso sono focalizzate nel secondo brano, "Arcade," che però nel suo svolgersi mette ancora in luce la capacità di scomporre le singole voci (di cui sempre la batteria condivide la mobilità e plasticità) in un mosaico cubistico di rifrazioni timbriche.

"Men and Machine" potrebbe essere definita una ballad, specialmente nella parte centrale con la tromba di Douglas in evidenza. Ma i raffinati giochi compositivi, timbrici e armonici, la collocano tra la più suggestiva musica da camera contemporanea. Il viaggio prosegue con sontuosa ricchezza di contenuti e decori, mettendo in luce lo stato di grazia di Douglas, ma anche la perizia solistica, seppure molto contenuta nei tempi, dei componenti di Westerlies.

Tutta la registrazione è costellata di piccole gemme scaturite dalla penna prolifica di Douglas: tra le cose degne di nota per lo sviluppo geniale del gioco di rifrazioni e scomposizioni di una piccola idea melodica e per la densa compenetrazione tra parti composte e interventi solistici (un duetto di trombe memorabile) c'è "Percolator." "Your Special Day" si sviluppa su un tappeto minimalista che sfocia nell'ironia irresistibile di "Happy Birthday." I glissando di "Bunting" si inseriscono nel caos controllato e nella ironica declamazione melodica. Delizioso è pure l'unisono di due trombe nel tema di "Colonial Cubism," che ancora una volta esalta la vena solistica di Douglas, stimolato evidentemente da questo connubio squisito. E che dire della conclusiva "Worlds Beyond the Sky," dove ancora le stratificazioni sonore creano un tappeto di riflessione enigmatica che sembra scaturire da Ives... Un lavoro i cui stimoli sono ricchi, densi, ma perfettamente focalizzati ed equilibrati.

Sotto la vita tranquilla del piccolo gigante si muovono le idee possenti e i colori esplosivi ispirati da Stuart Davis.

Track Listing: Champion; Arcade; Men and Machine; Little Giant Still Life; Percolator; Your Spacial Day; Bunting; Swing Landscape; The Front Page; Colonial Cubism; Codetta; Worlds Beyond the Sky.

Personnel: Dave Douglas: trumpet; Riley Mulherkar: trumpet; Zubin Hensler: trumpet; Andy Clausen: trombone; Willem de Koch: trombone; Anwar Marshall: drums.

Title: Little Giant Still Life | Year Released: 2017 | Record Label: Greenleaf Music


Tags

comments powered by Disqus

More Articles

Read Provenance CD/LP/Track Review Provenance
by Karl Ackermann
Published: November 17, 2017
Read No Matter Where Noir CD/LP/Track Review No Matter Where Noir
by Patrick Burnette
Published: November 17, 2017
Read Out Of Silence CD/LP/Track Review Out Of Silence
by Mark Corroto
Published: November 17, 2017
Read Plodi CD/LP/Track Review Plodi
by Glenn Astarita
Published: November 17, 2017
Read Secret Language CD/LP/Track Review Secret Language
by Mike Jurkovic
Published: November 17, 2017
Read Shamat CD/LP/Track Review Shamat
by Ian Patterson
Published: November 16, 2017
Read "14.11.2016" CD/LP/Track Review 14.11.2016
by Nicola Negri
Published: April 25, 2017
Read "From the Heart" CD/LP/Track Review From the Heart
by Tyran Grillo
Published: March 11, 2017
Read "By A Thread" CD/LP/Track Review By A Thread
by Dan McClenaghan
Published: July 18, 2017
Read "Prototype" CD/LP/Track Review Prototype
by Jeff Winbush
Published: April 13, 2017
Read "Knock A Hole In It" CD/LP/Track Review Knock A Hole In It
by James Nadal
Published: April 12, 2017
Read "Living Water" CD/LP/Track Review Living Water
by Edward Blanco
Published: March 15, 2017

Join the staff. Writers Wanted!

Develop a column, write album reviews, cover live shows, or conduct interviews.

Please support out sponsor