All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

Dear All About Jazz Readers,

If you're familiar with All About Jazz, you know that we've dedicated over two decades to supporting jazz as an art form, and more importantly, the creative musicians who make it. Our enduring commitment has made All About Jazz one of the most culturally important websites of its kind in the world reaching hundreds of thousands of readers every month. However, to expand our offerings and develop new means to foster jazz discovery we need your help.

You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky Google ads PLUS deliver exclusive content and provide access to future articles for a full year! This combination will not only improve your AAJ experience, it will allow us to continue to rigorously build on the great work we first started in 1995. Read on to view our project ideas...

1

Louis Sclavis: L'imparfait des langues

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Caratteristica opera di Louis Sclavis, questo L'imparfait des langue mette però anche in evidenza lo spirito di ricerca e di ridiscussione con cui il grande musicista francese si muove da sempre nel suo percorso artistico.

Dopo alcuni anni durante i quali Sclavis ha sviluppato la propria poetica all'interno di un gruppo pressoché stabile sia nell'organico strumentale che nei protagonisti, da qualche tempo i suoi lavori vedono all'opera partner di volta in volta diversi e con strumenti cangianti, che permettono alle tematiche musicali, che Sclavis mantiene in buona sostanza costanti, di svilupparsi secondo dettagli diversi.

Così, se il suo ultimo lavoro su ECM, Napoli’s Walls, lo vedeva al fianco del chitarrista Hasse Poulsen e soprattutto del notevole trombettista e vocalist Médéric Collignon, qui Sclavis mantiene tra i suoi partner abituali il solo Francois Marveille alla batteria e fa spazio ad alcuni giovani musicisti, la cifra dei quali condiziona il sofisticato e cameristico stile del leader.

L'effetto maggiormente straniante lo fanno il trentenne tastierista Paul Brousseau e il chitarrista elettrico Maxime Delpierre, che in alcune tracce (“Lideé du dialecte”, “Archéologie”) amplificano e inacidiscono la ben nota concitazione delle prolungate improvvisazioni di Sclavis (qui perlopiù impegnato al clarone). Ma un ruolo fondamentale nel disco lo svolge anche l'eccellente altosassofonista Marc Baron, appena ventiseienne, il cui stile - che sembra risentire di quella che ormai pare una sorta di "scuola transalpina" del sax, che ha tra i suoi rappresentanti giovani ma affermate realtà come Sebastien Texier o Julien Lourau) si adatta come un guanto a quello di Sclavis. Coraggioso improvvisatore, pronto alla distorsione a fini espressivi, Baron dialoga infatti con le ance del leader in modo paritetico in numerosi brani (“Le verbe”, “Palabre”).

La presenza di alcune tracce più "sperimentali" (“Annonce”, ove Sclavis si produce in borborigmi nel tubo dello strumento, o la conclusiva title track, dove protagonisti sono rumori e suoni campionati, prodotti su una base sonora disegnata di fondo dalle due ance), di altre più delicate (le due “Premier imparfait”) ed infine di alcuni momenti davvero di eccezionale qualità dei passaggi strumentali (su tutti, l'assolo di soprano in “Story of a Phrase”) contribuiscono alla varietà di un lavoro la cui qualità complessiva non smentisce la fama dell'autore.

Track Listing: Premier imparfait (a); L'idée du dialecte; Premier imparfait (b); Le verbe; Dialogue with a dream; Annonce; Archéologie; Deuxieme imparfait; Convocation; Palabre; Le longs du temps; L'écrit sacrifié; Story of a phrase; L'imparfait des langues.

Personnel: Louis Sclavis: clarinet, bass clarinet, soprano saxophone; Marc Baron: alto saxophone; Paul Brosseau: keyboards, sampling, electronics, guitar; Maxime Delpierre: guitars; François Merville: drums.

Title: L'Imparfait Des Langues | Year Released: 2007 | Record Label: ECM Records

Tags

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Album Reviews
Live Reviews
Album Reviews
Live Reviews
Interviews
Album Reviews
Live Reviews
Read more articles
Asian Fields Variations

Asian Fields...

ECM Records
2017

buy
Sources

Sources

ECM Records
2012

buy
 

Eldorado Trio

Label Bleu
2010

buy

Related Articles

Read When Will The Blues Leave Album Reviews
When Will The Blues Leave
By Karl Ackermann
May 22, 2019
Read Crowded Heart Album Reviews
Crowded Heart
By Dan Bilawsky
May 22, 2019
Read Infinite Itinerant Album Reviews
Infinite Itinerant
By Geno Thackara
May 22, 2019
Read Pulcino Album Reviews
Pulcino
By Nicholas F. Mondello
May 22, 2019
Read Hastings Jazz Collective/Shadow Dances Album Reviews
Hastings Jazz Collective/Shadow Dances
By Dan McClenaghan
May 21, 2019
Read Crowded Heart Album Reviews
Crowded Heart
By Nicholas F. Mondello
May 21, 2019
Read That's a Computer Album Reviews
That's a Computer
By Jerome Wilson
May 21, 2019