All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

Will Calhoun: Life in This World

Luigi Sforza By

Sign in to view read count
Will Calhoun: Life in This World
La biografia artistica di Will Calhoun dice molto sul suo modo di concepire il jazz, la sua tecnica gli ha consentito di suonare con molti musicisti, da B.B King a Mick Jagger, da Jaco Pastorius a Jack DeJohnette, da Paul Simon a Lou Reed. Inoltre la notorietà di Calhounn è legata ai Living Colour e Public Enemy.

Non sorprende quindi la quantità di elementi presenti nell'ultima produzione del l'energico batterista del Bronx intitolata Life in This World. Riferimenti al jazz elettrico davisiano anni '80 e '90—tromba sordinata inclusa ("Brother Will" e "Abu BakarII")-atmosfere smooth jazz ("Dorita" e la coltraniana "Naima"), suggestioni etniche africane ("Afrique Kan'e"), mainstream omaggio ai grandi maestri della musica afroamericana come Thelonious Monk ("Evidence") e Wayne Shorter ("Etcetera") e infine anche una canzone ("Love Parody"), dimostrano la voracità espressiva che contraddistingue la musica di Calhoun.

In questo CD il batterista newyorkese dispiega variopinte immagini—paradigmatiche di un mondo fittamente popolato di suoni—in qualche modo intimamente legate alla cultura nera americana. Life in This World abbonda di idee sul ritmo e sulle sue possibili sfaccettature: "Afrique Kan'e" ed "Evidence" sono un esempio. Il primo addensa e parcellizza in forma di contrappunto ritmico strati poliritmici di suoni percussivi, mentre il secondo propone un'ipotesi di africanità nella parte tematica iniziale che poi si discioglie quasi completamente nei momenti improvvistivi. In altri brani l'essenza ritmica si arricchisce di sfumature latine (soprattutto in "He Who Hops"), che in "Love for Sale" arrivano a fondersi e dialogare con colori smooth jazz e accenni al drum&bass.

Life in This World aspira ad essere un esempio di contaminazione musicale. Pur mostrando un'apertura verso nuovi probabili approcci all'arte di fondere e confondere i suoni, rimane un disco entusiasmante soprattutto per gli appassionati di batteria.

Track Listing

Brother Will; Spectrum; King Tut Strut; Love for Sale; Naima; Evidence; Afrique Kan'e; He Who Hops; Etcetera; Dorita; Love's Parody.

Personnel

Wallace Roney: tromba; Donald Harrison: sassofono; Marc Cary: pianoforte e sintetizzatore; Ron Carter: contrabbasso; Cheick Tidiane Seck: pianoforte; Charnett Moffett: contrabbasso e basso elettrico; John Benitez: contrabbasso; Brheima 'Benego' Diakite: kamalen n'goni; Doug Wimbish: basso ambientale bass; Alioune Wade: basso; Will Calhoun: batteria.

Album information

Title: Life in This World | Year Released: 2014 | Record Label: Motema Music

Post a comment about this album

Watch

Tags

Shop Amazon

More

Read How To turn the Moon
How To turn the Moon
Angelica Sanchez & Marilyn Crispell
Read The Path
The Path
Chien Chien Lu
Read Golden Daffodil
Golden Daffodil
Leslie Beukelman
Read Message from Groove and GW
Message from Groove and GW
The Radam Schwartz Organ Big Band
Read Duos & Trios
Duos & Trios
Armaroli - Schiaffini - Sjostrom
Read Hard Bop
Hard Bop
Eric Binder
Read How Can We Wake?
How Can We Wake?
Josephine Davies
Read Blue Has A Range
Blue Has A Range
Steve Cardenas

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.