All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Edward Simon: Latin American Songbook

Angelo Leonardi By

Sign in to view read count
Dall'attuale residenza di San Francisco, Edward Simon rammenta le musiche che hanno segnato la sua infanzia. "Uno dei vantaggi di essere cresciuto in Venezuela—scrive nelle note del CD—sono stati i differenti influssi musicali provenienti da tutte le parti del continente americano e dai Caraibi. C'è tanta grande musica esistente in questa parte del mondo che si potrebbe facilmente dedicare un album ad ogni Paese e senza essere all'altezza di rendergli giustizia." Per questa ragione il pianista ha deciso di scegliere solo i brani a lui particolarmente cari, che mantengono una forte connessione con i ricordi d'infanzia.

Dopo l'acclamata incisione di Venezuelan Suite con l'Ensemble Venezuela ritroviamo Simon nel più abituale piano trio ma in una nuova partnership. Al posto di John Patitucci al contrabbasso e Brian Blade alla batteria, che l'accompagnavano dal 2003, abbiamo ora Joe Martin e Adam Cruz, due partner che hanno già collaborato in varie occasioni col pianista.
È noto che Simon non è il tipico strumentista latin e filtra le reminiscenze di questi brani, attraverso sensibilità jazzistica e formazione classica. In questo lavoro si conferma uno dei massimi pianisti della sua generazione esibendosi in lunghe e variopinte improvvisazioni, dove l'irruenza dei fraseggi boppistici si stempera in occasionali abbandoni melodici d'impronta latina o classica.

Brani emblematici del Tango e della Bossa Nova, come "Libertango" e "Chaga de Saudade" sono ridisegnati alla luce di un serrato straight-ahead mentre altri sono intrisi di malinconia, tra lirica adesione alle melodie originali e spunti d'astratto camerismo. Ci riferiamo in particolare a "Alfonsina y el mar" e "Gracias a la vida." Il primo tema fu scritto da Ariel Ramirez per ricordare la poetessa Alfonsina Storni, morta suicida e contiene un pregnante dialogo con Joe Martin; il secondo appartiene alla grande Violeta Parra e Simon ne esalta l'identità di inno umanista.
"Capullito" e "Volver" sono i momenti dove la sintesi tra jazz e tratti latini è quanto mai personale e fantasiosa: brani dal ricco respiro interno, in magico equilibrio tra dinamismo ritmico e sottigliezze timbrico-armoniche.

Track Listing

Libertango; Alfonsina y el mar; Capullito; Volver; Gracias a la vida; Chega de saudade; En la orilla del mundo.

Personnel

Edward Simon: pianoforte; Joe Martin: contrabbasso; Adam Cruz: batteria.

Additional information

Title: Latin American Songbook | Year Released: 2017 | Record Label: Sunnyside Records

Tags

Watch

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles

Read Symbolic Reality
Symbolic Reality
By Karl Ackermann
Read Rhapsodize
Rhapsodize
By Mike Jurkovic
Read Season 2
Season 2
By Karl Ackermann
Read Can You Imagine?
Can You Imagine?
By Dan Bilawsky
Read Inities 2017
Inities 2017
By Nenad Georgievski
Read Square Peg
Square Peg
By Dan McClenaghan
Read Fourth Dimension
Fourth Dimension
By Troy Dostert