All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

1

Giancarlo Nicolai: La sorvegliante del tempo

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
È un pezzo che l’idea dell’orchestra di chitarre frulla nella testa di Giancarlo Nicolai. Dai tempi della musica per 25 chitarre e quintetto jazz ne è passata di acqua sotto i ponti, era il 1988, ma l’ossessione delle formazioni all’insegna delle sei corde sembra viva più che mai nella mente del musicista svizzero.

Non sorprende, dunque, che La sorvegliante del tempo, terza testimonianza discografica del gruppo formato da cinque chitarre elettriche con il quale Nicolai lavora fin dal 2000, veda allineati alcuni tra i più valorosi interpreti dello strumento a livello europeo: Patrick Lerjen, Phillipp Schaufelberger, Vinz Vonlanthen, Benoit Piccand e, ovviamente, il titolare del progetto.

Bulimico sfoggio di magniloquenza? Manco per sogno! Nicolai arriva alla pubblicazione di questo lavoro con anni di studi ed esperienza alle spalle, decine di concerti e registrazioni in cui l’idea della convivenza tra chitarre e chitarristi è stata messa a punto, studiata, rodata e verificata attraverso un certosino lavoro di orchestrazione e di approfondita riflessione sull’interazione tra scrittura e improvvisazione.

Risultato, un disco che riesce nell’intento di far convivere i vari membri dell’ensemble in maniera intelligente e proficua, evitando sovrapposizioni frastornanti, dispersive ridondanze e inutili sproloqui all’insegna del virtuosismo, spettro sempre in agguato quando si chiamano in causa gli assi delle sei corde.

Di assoluto valore, all’interno di una scaletta quanto mai corposa, anche se in alcuni passaggi eccessivamente frammentata, l’ossessivo botta e risposta di “Aquarium”, l’insinuante crescendo della travolgente “Pane e olio”, gli abbacinanti riflessi di “Secco e dolce”, le cadenze avant-rock della grintosa “Pane fresco” e la deriva sognante della conclusiva “Secco stretto”. Valore aggiunto la presenza in alcune tracce, poche per la verità, delle ance del veterano John Tchicai, protagonista di un paio di apprezzabili escursioni nell’epifanica “Fulminante” e nell’ipnotica “Movimento minimale”.

Track Listing: 1. Circolare - 1:47; 2. Secco - 0:51; 3. Aquarium - 2:40; 4. Secco e niente - 1:42; 5. La signora - 4:23; 6. Pane e olio - 5:00; 7. Secco e fresco - 0:56; 8. Arco gastronomico - 2:31; 9. Secco e dolce - 2:56; 10. Pane e sale - 1:45; 11. La strada della signora - 4:02; 12. Secco e umido - 3:13; 13. Pane fresco - 2:53; 14. Aria salata - 3:15; 15. D’accordo - 2:21; 16. For Peter N.W. - 1:46; 17. Fabuloso - 0:57; 18. Bonsai - 3:16; 19. Fulminante - 1:13; 20. Movimento minimale - 5:20; 21. Largo - 2:03; 22. Secco stretto - 5:23. Tutte le composizioni sono di Giancarlo Nicolai

Personnel: Giancarlo Nicolai (chitarra elettrica); Vinz Vonlanthen (chitarra elettrica); Phillipp Schaufelberger (chitarra elettrica); Patrick Lerjen (chitarra elettrica); Benoit Piccand (chitarra elettrica); John Tchicai (sax tenore, clarinetto basso); Vitold Rek (contrabbasso); Wolfang Zwiauer (basso elettrico); Fabian Kuratli (batteria).

Title: La sorvegliante del tempo | Year Released: 2008

About John Tchicai
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Both Sides
Both Sides
By Edward Blanco
Read First Spring
First Spring
By Dan McClenaghan
Read Beyond Us
Beyond Us
By John Sharpe
Read Patchwork
Patchwork
By John Kelman