All About Jazz

Home » Articoli » My Favourite Things

0

Kevin Shea

Paolo Peviani By

Sign in to view read count
Il tratto principale della mia musica
Umana

La qualità che desidero nei musicisti che suonano con me
I cojones.

Come musicista, il momento in cui sono stato più felice
Quando suono!

Come musicista, il mio principale difetto
Essere un musicista.

La mia più grande paura quando suono
Determinismo, l'acquiescenza, il didatticismo, l'intuizione, le coccole, la co-dipendenza.

Sogno di suonare
Negli U2?

La mia fonte di ispirazione
La gentilezza.

I miei musicisti preferiti
Grasshopper, Charles Ives, Willie Nelson, Umm Kulthum, Salif Ali.

I miei dischi da isola deserta
Miles Davis Quintet: The Complete Columbia Studio Recordings 1965—1968
Karlheinz Stockhausen: il ciclo "Licht (I Sette Giorni della Settimana)"
Myanmar: Music by the Hsaing Waing Orchestra (Folkways)
Euis Komariah With Jugala Orchestra: Jaipongan Java
Zen, Goeika & Shomyo Chants (Lyrichord)
The Hollywood Edge Sound Effects Library (Hot Ideas)
Harry Belafonte: Love Is a Gentle Thing (RCA)
Lance Romañce & The Federal Roosters: In Memoriam
The Rudy Ray Moore Zodiac Album
The Hartz Mountain Master Radio Canaries: Canary Training Record (suonato a 33 giri invece che ai previsti 78).

La canzone che fischio sotto la doccia
"Rïah Sahïltaahk" dei Magma, o una qualunque delle "Eight Songs For a Mad King" di Peter Maxwell Davies.

I miei pittori preferiti
I pittori rupestri delle grotte Pettakere nel Sulawesi, e Jean Dubuffet.

I miei film preferiti
"Tetsuo: The Bullet Man," "Rosemary's Baby," "Roundhay Garden Scene" (un cortometraggio di tre secondi girato nel 1888, N.d.R.), "Dolcefilm" di Dusan Makavejev.

I miei scrittori preferiti
Matsuo Basho, James Joyce, Martin Heidegger.

La mia occupazione preferita
Il pompiere.

Il dono di natura che vorrei avere
Il pollyannismo (la tendenza a trovare il lato positivo di ogni cosa, NdR).

Nella musica, la cosa che detesto di più
Il carrierismo.

Gli errori musicali che mi ispirano maggiore indulgenza
L'essere senza speranza.

Il pezzo che vorrei venisse suonato al mio funerale
L'intera "Organ2/ASLSP (As SLow aS Possible)" di John Cage.

Lo stato attuale della mia attività musicale
Noumenico.

Il mio motto
Non drogarti.

Tags

Related Video

comments powered by Disqus

Related Articles

Read Frank Woeste My Favourite Things
Frank Woeste
by Paolo Peviani
Published: November 8, 2016
Read "Bill Laswell/Milford Graves/John Zorn at The Stone" Live Reviews Bill Laswell/Milford Graves/John Zorn at The Stone
by Tyran Grillo
Published: December 22, 2017
Read "Jazz Is in the (H)air!" Radio Jazz Is in the (H)air!
by Ludovico Granvassu
Published: July 28, 2018
Read "JazzNorway in a Nutshell 2018" Live Reviews JazzNorway in a Nutshell 2018
by Jakob Baekgaard
Published: June 2, 2018
Read "The Outstanding Contributions of Beryl Booker" Charts of Elegance The Outstanding Contributions of Beryl Booker
by Ava Louise
Published: March 7, 2018
Read "Melba and Her Horn - Accomplishments of the Great Melba Liston" Charts of Elegance Melba and Her Horn - Accomplishments of the Great Melba...
by Ava Louise
Published: April 10, 2018
Read "Other Worlds Other Sounds" The Vinyl Post Other Worlds Other Sounds
by C. Andrew Hovan
Published: March 9, 2018