Learn How

We need your help in 2018

Support All About Jazz All About Jazz is looking for 1,000 backers to help fund our 2018 projects that directly support jazz. You can make this happen by purchasing ad space or by making a donation to our fund drive. In addition to completing every project (listed here), we'll also hide all Google ads and present exclusive content for a full year!

3

Andrew Raffo Dewar: Interactions Quartet

Libero Farnè By

Sign in to view read count
Ecco un esempio di come i confini fra improvvisazione di matrice jazzistica e concezione compositiva contemporanea possano oggi essere sfumati, con travalicamenti continui da un'area all'altra, sia per quanto riguarda i meccanismi della produzione sonora da parte degli esecutori, sia per quanto attiene gli esiti del messaggio musicale percepito da chi ascolta. Dell'ambiziosa e impegnativa operazione, condotta con puntigliosa consapevolezza in questa produzione discografica, ne è autore Andrew Raffo Dewar. Nato in Argentina nel 1975, ma trasferitosi a vent'anni nel Nord America, dove ha studiato con Steve Lacy, Bill Dixon, Anthony Braxton e molti altri, Raffo ha messo a punto una sua rigorosa visione estetica.

Il CD contiene due lavori: "Interactions #1-6" è del 2009 ed è dedicato a Guillermo Gregorio (in realtà delle sei tracce, registrate in studio a Oakland nel novembre 2009, la terza è stata esclusa dal CD per ragioni di tempo), mentre "Piece for Four Instruments" risale al 2002 ed è dedicato a Earl Brown.

Entrambe le opere esplorano e concretizzano un'ampia gamma di possibilità compositive e interpretative, a cominciare dalla scrittura del sassofonista, che contempla sia la notazione tradizionale, sia una personale grafia simbolica, per arrivare alle tecniche d'esecuzione, al tipo d'interplay che caratterizza la performance. L'evoluzione narrativa dei brani mette in luce di volta in volta aspetti timbrici, strutturali e melodici diversi, articolandosi in solo, duetti e trii, o esponendo l'intero quartetto, senza che si crei cacofonia sonora, ma conservando sempre un controllo sulla distillata pulizia delle pronunce strumentali. Gli impercettibili spostamenti di tensione dinamica si nutrono di prevalenti sonorità acustiche o di eccentriche ed esili sfumature elettroniche, generando una continua interferenza/sovrapposizione fra le sorgenti sonore, un'ambigua relazione fra figura dominante e sfondo. La gamma degli strumenti è stata scelta dal leader con cura e tutti i partner si rivelano interpreti inappuntabili: appunto per esigenze di copione nessuno di loro sovrasta gli altri, ma rimane nei ranghi intervenendo con la dovuta misura.

Fra i due lavori emergono tuttavia piccole differenze: se in "Interactions" un interplay un po' più movimentato, più nervoso e possibilista, lascia comparire brevi stralci di melodie e armonie classicamente intese, nonché concisi spazi improvvisativi, il rigore metodologico e formale (direi anche etico) del secondo brano esprime invece un'astrazione apollinea, un equilibrio rarefatto e imperturbabile. In definitiva "Interactions" risulta relativamente più coinvolto con la realtà attuale, con le commistioni culturali di una comunicazione globale, mentre "Piece for Four Instruments" sembra volersi riagganciare a certe esperienze del passato di pura, radicale sperimentazione musicale.

La copertina del disco riporta un lavoro dell'artista italiano Gaetano Fiore: l'impaginazione, le forme e le variazioni timbriche su diversi toni del blu, probabilmente più scuri che nell'originale, costituiscono una vibrante traduzione visiva dell'austero messaggio musicale di Raffo.

Track Listing: Interactions #2; Interactions #6; Interactions #1; Interactions #5; Interactions #4; Piece for Four Instruments: H+A+Solo 4; F+Solo 3; C+D; G; Solo1; E.

Personnel: Andrew Raffo Dewar: sax soprano; Kyle Bruckmann: oboe, corno inglese, elettronica; Gino Robair: percussioni, elettronica; John Shiurba: chitarra elettrica.

Title: Interactions Quartet | Year Released: 2014 | Record Label: Rastascan Records


Tags

Related Video

comments powered by Disqus

More Articles

Read Makes the Heart to Sing: Jazz Hymns CD/LP/Track Review Makes the Heart to Sing: Jazz Hymns
by Dan Bilawsky
Published: December 16, 2017
Read Song of No Regrets CD/LP/Track Review Song of No Regrets
by Jack Bowers
Published: December 16, 2017
Read Sounding Tears CD/LP/Track Review Sounding Tears
by John Sharpe
Published: December 16, 2017
Read Lighthouse CD/LP/Track Review Lighthouse
by Glenn Astarita
Published: December 16, 2017
Read Kill The Boy CD/LP/Track Review Kill The Boy
by Chris Mosey
Published: December 16, 2017
Read Rain or Shine CD/LP/Track Review Rain or Shine
by Jack Bowers
Published: December 15, 2017
Read "Discussions" CD/LP/Track Review Discussions
by Glenn Astarita
Published: September 20, 2017
Read "A Wing Dissolved In Light" CD/LP/Track Review A Wing Dissolved In Light
by John Sharpe
Published: July 29, 2017
Read "Gin & Moonlight" CD/LP/Track Review Gin & Moonlight
by James Nadal
Published: August 26, 2017
Read "Dirt In The Ground" CD/LP/Track Review Dirt In The Ground
by Dan Bilawsky
Published: July 13, 2017
Read "Seems Like a Lifetime Ago 1977 - 1980" CD/LP/Track Review Seems Like a Lifetime Ago 1977 - 1980
by John Kelman
Published: November 5, 2017
Read "Pathways" CD/LP/Track Review Pathways
by Dan McClenaghan
Published: April 30, 2017

Support All About Jazz's Future

We need your help and we have a deal. Contribute $20 and we'll hide the six Google ads that appear on every page for a full year!