All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

Yard Byard - The Jaki Byard Project: Inch by Inch

Angelo Leonardi By

Sign in to view read count
Yard Byard - The Jaki Byard Project: Inch by Inch
A quindici anni dalla morte di Jaki Byard la sua statura di compositore viene celebrata da un quintetto nato quattro anni fa proprio con quest'intento. Com'è noto, Byard è stato il pianista di importanti gruppi degli anni sessanta: il sestetto di Charles Mingus in primo luogo, ma anche alcuni organici di Eric Dolphy, Sam Rivers, Herb Pomeroy, Roland Kirk.
Nonostante questo la sua figura di compositore e leader resta sottovalutata. I suoi temi vanno cercati nei pochi dischi registrati a suo nome o in quelli coi partner. Alcuni dei brani più significativi del disco (come "Dolphy," "Twelwe" e "St. Mark's Place among the Sewers") sono tratti dal tumultuoso album Prestige del 1965, The Last from Lennie's, registrato in quartetto con Joe Farrell.
Tutti i membri di Yard Byard sono stati suoi partner o allievi al New England Conservatory di Boston e in questi anni hanno raccolto il corpus delle sue composizioni, presentandole nei locali dove hanno iniziato a esibirsi. Un aspetto subito evidente è l'assenza del pianoforte in organico che celebra un pianista: crediamo che le ragioni di fondo siano legate a un'esigenza di libertà.

Jamie Baum, George Schuller e gli altri hanno voluto far emergere la nitidezza dei temi, rispetto al vivace espressionismo (spesso vicino al free) di molte incisioni di Byard. Una scelta discutibile e crediamo un po' azzardata: forse si è voluto evidenziare un lato nascosto della poetica di Byard. Tuttavia, nei dischi del pianista prevale una tensione diversa.
C'è invece una relazione col radioso lirismo di Far Cry di Eric Dolphy, l'album del 1960 con Jaki Byard presente in organico. Jamie Baum suona preferibilmente il flauto e la filiazione dolphiana è evidente in "Ode to Charlie Parker" e in altri brani (vedi il cameristico "Toni," incentrato sul confronto tra il flauto di Baum e il clarinetto basso di Adam Kolker).

Sono momenti emblematici di tutto il disco che si caratterizza per la dimensione cantabile e raffinata che viene (con le riserve appena espresse) estrapolata dalle composizioni di Byard.

Track Listing

Flight of the Fly; Toni; Twelve; Aluminum Baby; Fadism; Gaeta; Inch by Inch, Yard Byard; St. Mark's Place Among the Sewers; Strolling Along; Garr; Ode to Charlie Parker; Dolphy.

Personnel

Jamie Baum: flauti; Adam Kolker: sax tenore, clarinetto, clarinet basso; Jerome Harris: chitarra el.; Ugonna Okegwo: contrabbasso; George Schuller: batteria.

Album information

Title: Inch by Inch | Year Released: 2014 | Record Label: GM Recordings

Post a comment about this album

Watch

Tags

Shop Amazon

More

Summer Water
Scott DuBois
Nox
Nate Wooley / Liudas Mockunas / Barry Guy /...
Phoenix
Vasko Atanasovski

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.