All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

Amir ElSaffar Two Rivers Ensemble: Inana

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Amir ElSaffar Two Rivers Ensemble: Inana
Il fatto che l'intestatario del disco si chiami Amir ElSaffar, il suo stesso titolo (Inana è un'antica divinità sumera) e il nome del gruppo che l'ha realizzato potrebbero far pensare a un CD molto spinto sul pedale dell'etnico. Il che non è, almeno non in maniera prevalente: dati umori sono di fatto circoscritti alle timbriche (su cui peraltro non si indulge più di tanto) di oud e bouzouki, alle provenienze geografiche di metà gruppo e a larghi segmenti del trittico finale, a cui fra l'altro si limitano (specificatamente in "Journey to the Underworld" e "Venus, the Morning Star") gli interventi vocali di ElSaffar. Il quale, d'altro canto, è un chicagoano di madre americana e padre iracheno, laddove sia Zafer Tawil che Tareq Abboushi sono palestinesi trapiantati a New York. Il gruppo è poi completato da altri tre musicisti attivi da anni nella grande mela, il sassofonista norvegese Ole Mathisen, il contrabbassista di origini partenopeo-portoricane (ma nato nello stato di New York) Carlo DeRosa, e Nasheet Waits, figlio d'arte (suo padre è Freddie Waits, com'è noto) oltre che unico new yorker di nascita.

Fatta quest'ampia premessa, entriamo nel merito della musica, sottolineandone anzitutto il livello, ovunque notevole (magari una lieve flessione si registra proprio sul finire). C'è un chiaro disegno d'insieme a sottintendere il lavoro (i brani sono del resto tutti del trombettista e leader), una costruzione solida e palpabile, un'unità d'intenti che si avverte tanto nei collettivi che fissano le varie "stazioni" anche in seno al singolo brano, quanto nelle sortite solistiche, più o meno a briglia sciolta ma comunque sempre del tutto conseguenti. Ci sono momenti di maggior corpo e altri quasi cameristici (per esempio nei consecutivi "Lady of Heaven" e "Infinite Variety"), ma che l'entità che li informa e sorveglia sia una non è mai in dubbio. Altro carburante per le dissestate (soprattutto presunte tali) sorti del jazz contemporaneo è quindi servito.

Track Listing

Dumuzi's Dream; Venus, the Evening Star; Inana's Dance (I, II, III); Inana's Dance (IV); Lady of Heaven; Infinite Variety; Journey to the Underworld; Venus, the Morning Star; Al-Badia.

Personnel

Amir ElSaffar: trumpet, vocal, santoor; Ole Mathisen: tenor and soprano saxophone; Zafer Tawil: oud, percussion; Tareq Abboushi: buzuq; Carlo DeRosa: bass; Nasheet Waits: drums.

Album information

Title: Inana | Year Released: 2011 | Record Label: Pi Recordings

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Blessings and Blues
Neil Gonsalves Trio
Socially Distanced Duos
Jeff Pearring/Pearring Sound
Reels
Matthew Shipp / Whit Dickey
Dreamsing
Rachel Musson
Invisible Words
Falkner Evans
Soundscapes
Bob Mintzer & WDR Big Band Cologne
Another Land
Dave Holland

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.