All About Jazz

Home » Articoli » Multiple Reviews

Dear All About Jazz Readers,

If you're familiar with All About Jazz, you know that we've dedicated over two decades to supporting jazz as an art form, and more importantly, the creative musicians who make it. Our enduring commitment has made All About Jazz one of the most culturally important websites of its kind in the world reaching hundreds of thousands of readers every month. However, to expand our offerings and develop new means to foster jazz discovery we need your help.

You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky Google ads PLUS deliver exclusive content and provide access to future articles for a full year! This combination will not only improve your AAJ experience, it will allow us to continue to rigorously build on the great work we first started in 1995. Read on to view our project ideas...

0

Il rock'n jazz di Kathya West, Danilo Gallo e Valerio Scrignoli

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Never Too Soon to Be Late di Skan The Skin e Oxymoron dei Di Vi Kappa 3 sono due dischi per molti versi gemelli, sebbene non omozigoti. Usciti rispettivamente nel 2017 per Blue Serge e nel 2018 per Caligola, entrambi vedono dei jazzisti al lavoro su un materiale rock e hanno al centro i medesimi protagonisti, vale a dire la cantante Kathya West, il chitarrista Valerio Scrignoli e il bassista (e qui anche chitarrista) Danilo Gallo, i quali formano il trio che interpreta il secondo lavoro e costituiscono il nucleo centrale della formazione che realizza il primo.

Già questo lascia capire le affinità: la voce della West che, con la sua caratteristica interpretazione, contraddistingue i due lavori; l'impronta lasciata da Gallo sugli arrangiamenti, per giunta di un materiale che è da sempre nelle sue corde; l'amalgama complessivo, frutto dell'intesa dei tre, che è all'origine dei progetti. Da qui in poi, però, i due lavori divergono.

Skan the Skin
Never Too Soon to Be Late
Blue Serge

Never Too Soon to Be Late è infatti una rassegna della musica dell'adolescenza e della giovinezza dei protagonisti, il non sempre indimenticabile rock degli anni Ottanta-Novanta, dalle molteplici facce: si passa dagli Eurythmics ai Duran Duran, passando per Depeche Mode e Tears for Fears, ma trovano posto anche Prince, Kate Bush, perfino Cindy Lauper. E la formazione che lo rilegge a proprio modo è un quintetto che, accanto al citato trio, vede anche la chitarra e il banjo di Enrico Terragnoli e la batteria di Nelide Bandello, affiancata per giunta da molti ospiti che cambiano di traccia in traccia —su tutti i sax di Massimiliano Milesi.

Ne viene fuori un disco piuttosto variegato, con passaggi "duri" e altri più temperati, sempre tuttavia dai colori vivaci e sempre plurale dal punto di vista delle sonorità, a dispetto di un materiale che spesso, di suo, era invece piuttosto monolitico.

Di Vi Kappa 3
Oxymoron
Caligola Records

Assai diverso Oxymoron, tutto basato su composizioni dei Beatles e dei Rolling Stones, rigorosamente alternate nel corso del programma, così come era avvenuto nel concerto al Pinocchio di Firenze qualche mese fa. Un materiale ancora di ascendenza rock, certo, ma "storico," entrato nell'immaginario collettivo al punto da poterlo considerare —come dice Danilo Gallo —un patrimonio dell'umanità. Costituito da una serie di composizioni di qualità assoluta, tanto le meno note, quanto le più famose, come "Lucy in the Sky with Diamonds," "Lady Jane," "Satisfation," "Across the Universe." E, in questo caso, tutte interpretate in modo estremamente intimo, con due chitarre —acustica quella di Gallo, elettrica quella di Scrignoli —ad accompagnare la voce della West, tessendo assieme una trama di sofisticate sonorità che conferiscono al rock un colore quasi cameristico, senza snaturarlo ma donandogli una veste davvero nuova.

Due lavori border line, dunque, che piaceranno (e molto) a chi ami il rock o sia cresciuto ascoltandolo, ma che saranno apprezzati anche da chi (come il sottoscritto) non lo abbia poi molto a cuore, perché l'originalità degli arrangiamenti, la singolarità delle interpretazioni, la raffinatezza dei suoni che emerge con prepotenza dietro i temi e le sonorità più aggressive, sono comunque qualità che non possono sfuggire a chiunque ascolti con gli orecchi liberi dal pregiudizio.

Elenco dei brani e musicisti:

Never Too Soon to Be Late

The Power of Love; Smalltown Boy; Personal Jesus; Sweet Dreams (Are Made of This); The Riddle; Mad World; Kiss; True Color; You Spin Me Round (Like A Record); Love Resurrection; Hunting High and Low; Save a Prayer; Army Dreamers.

Kathya West: voce, westphone; Valerio Scrignoli: chitarra elettrica; Enrico Terragnoli: chitarra elettrica, banjo, flauto, podophono, maracas; Danilo Gallo: basso elettrico, organo, pianoforte, chitarra acustica, sintetizzatore, carillon; Nelide Bandello: batteria, campanelli, glockenspiel. Ospiti: Massimiliano Milesi: sax soprano e tenore; Vincenzo Vasi: Theremin; Alessandro "Asso" Stefana: chitarre; Gerhard Gschlößl: trombone; Beppe Scardino: clarinetto basso; Piero Bittolo Bon: clarinetto contralto; Achille Succi: clarinetto basso.

Oxymoron

Paint It Black; Lucy in the Sky with Diamonds; Wild Horses; Blackbird; Love Is Strong; While My Guitar Gently Weeps; Lady Jane; Get Back; And I Love Her; Honky Tonk Women; She's Leaving Home; (I Can't Get No) Satisfation; Here Comes the Sun; Brown Sugar; Across the Universe; Sympathy for the Devil.

Kathya West: voce, 'mbira, armonica, kavall, percussioni; Valerio Scrignoli: chiratta elettrica; Danilo Gallo: chitarra acustica.

Tags

Watch

comments powered by Disqus

Multiple Reviews
Live Reviews
Album Reviews
Read more articles
 

Walkabout - Songlines

Jazz World & Chet Baker
2011

buy
 

Night Ways

Point of Departure, WMPG-FM
2010

buy

Upcoming Shows

Date Detail Price
Mar28Thu
Danilo Gallo
Auditorium Parco Della Musica
Roma, Italy

Shop

Start your shopping here and you'll support All About Jazz in the process. Learn how.

Related Articles

Read The Grammys' Failure To Recognize 2018's Greatest Rock Records Multiple Reviews
The Grammys' Failure To Recognize 2018's Greatest Rock Records
By John Bricker
February 16, 2019
Read Stefan Pasborg: A Drummer’s World of Vinyl Multiple Reviews
Stefan Pasborg: A Drummer’s World of Vinyl
By Jakob Baekgaard
February 5, 2019
Read Big Star: Live-r Than They Ever Were Multiple Reviews
Big Star: Live-r Than They Ever Were
By Doug Collette
February 2, 2019
Read Allison Miller: Modern Jazz Icon in the Making Multiple Reviews
Allison Miller: Modern Jazz Icon in the Making
By Doug Collette
February 1, 2019
Read Winter 2019 Multiple Reviews
Winter 2019
By Doug Collette
January 26, 2019
Read Stephan Thelen and Sonar: Minimal Grooves at Maximum Volume Multiple Reviews
Stephan Thelen and Sonar: Minimal Grooves at Maximum Volume
By Geno Thackara
January 12, 2019