All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

Giovanni Guidi, Gianluca Petrella, Louis Sclavis, Gerard Cleaver: Ida Lupino

Alberto Bazzurro By

Sign in to view read count
Giovanni Guidi, Gianluca Petrella, Louis Sclavis, Gerard Cleaver: Ida Lupino
Nell'anno delle ottanta candeline per l'ex-signora Bley, al secolo Carla Borg, non mancano gli omaggi rivolti alla compositrice nativa di Oakland. Questo nuovo album che ruota attorno alla premiata ditta Guidi-Petrella il suo omaggio lo rende fin dal titolo, che come tutti sappiamo è quello del tema più noto della Bley, unico dei sedici brani complessivi che compongono il disco a non sgorgare da idee prevalentemente (ma non completamente) nate sul campo, quindi in sede di registrazione, l'unico—dicevamo— accanto a un altro, molto meno prevedibile, qual è "Per i morti di Reggio Emilia" di Fausto Amodei, debitamente trasfigurato (ma comunque riconoscibile).

I due brani in oggetto occupano, uno di seguito all'altro, il centro della prima parte del CD, la più ricca e convincente, laddove, proseguendo nelle tracce, la musica si adagia qua e là su territori fin troppo sommessi, stirati, rilasciati fino a risultare quasi esangui, estenuati. La presenza di Gerald Cleaver è piuttosto costante (meno quella di Sclavis), ma il suo approccio tende a sposare un minimalismo discreto fino alla ritrosia, del resto perfettamente in linea col portato estetico (soprattutto atmosferico, climatico) che sottende il lavoro, il cui unico potenziale neo, in mezzo a pathos e raffinatezza da vendere, può risiedere proprio in una certa qual difficoltà a far trasparire sempre compiutamente dei reali centri nevralgici, finendo per rivelarsi talora indefinito, quasi sfuggente.

Con tutta probabilità siamo del resto di fronte a una scelta di campo intenzionale, ben ponderata, che nella seconda parte del lavoro offre pur sempre momenti di più che apprezzabile livello in brani quali "Things We Never Planned" e i conclusivi "Zweig" e "The Gam Scorpions," laddove nella prima, oltre ai due titoli citati, segnaleremmo l'intero trittico iniziale e poi ancora "La terra," vale a dire l'episodio in cui più prezioso si rivela l'apporto di Louis Sclavis.

Track Listing

What We Talk About When We Talk About Love; Just Tell Me Who It Was; Jeronimo; Ida Lupino; Per i morti di Reggio Amilia; Gato! La Terra; No More Calypso?; Rouge Lust; Things We Never Planned; Fidel Slow; Hard Walk; Zweig; The Gam Scorpions.

Personnel

Giovanni Guidi: piano; Gianluca Petrella: trombone; Louis Sclavis: clarinet, bass clarinet; Gerald Cleaver: drums.

Album information

Title: Ida Lupino | Year Released: 2016 | Record Label: ECM Records

Post a comment about this album

Watch

Tags

Shop Amazon

More

A Conversation
Tim Hagans-NDR Big Band
Die Unwucht
Christopher Kunz & Florian Fischer
In Space
The Luvmenauts
Afrika Love
Alchemy Sound Project

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.