All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Roots Magic: Hoodoo Blues

Vincenzo Roggero By

Sign in to view read count
Roots Magic: Hoodoo Blues
L'inizio è di quelli da far tremare i polsi, perché "The Hard Blues," originariamente registrato nel febbraio del 1972 durante le session di Dogon A.D. ma pubblicato per la prima volta nel 1975 come brano conclusivo di Coon Bid'ness, è totemico marchio di fabbrica di uno straordinario improvvisatore e compositore quale è stato Julius Hemphill. Ma Roots Magic, prima formazione italiana ad incidere per la prestigiosa Clean Feed, gira alla larga da interpretazioni più o meno fedeli, più o meno sovversive, più o meno eccentriche.

Piuttosto trasformano il brano in rito propiziatorio, in fonte di ispirazione per il viaggio attraverso il blues e le radici profonde della musica afroamericana. Così Blind Willie Johnson affianca Sun Ra, Charley Patton convive con John Carter, tradizione e ricerca abbracciate nello spirito del blues, del libero pensiero, della poesia.

Clarinetto e sassofono sono intense voci narranti, capaci di avvolgere con un suono scuro e ancestrale così come di liberare furiosa energia, raccontare storie di speranza e di rivolta o cullare nell'indolenza di dolci nenie. Mentre contrabbasso e batteria assicurano una pulsazione vitale senza pause, granitica nel fornire certezze ritmiche, elastica nell'assecondare e sollecitare opportuni cambi di registro.

È musica che ricorda lo scorrere del Mississippi, fiume culla del blues, a tratti irruente e nervosa a tratti placida e maestosa, capace di improvvisi moti di ribellione come di ipnotiche e ammalianti melodie, sempre comunque terreno fertile per le continue invenzioni presenti in Hoodoo Blues.

Track Listing

The Hard Blues; Unity; The Sunday Afternoon Jazz and Blues Society; Blues for Amiri B.; Dark Was the Night; A Call for All Demons; Poor Me; The Joint Is Jumping; I Can't Wait Till I Get Home; The Sunday Afternoon Jazz and Blues Society (alternative take).

Personnel

Alberto Popolla: clarinetti; Errico Defabritiis: sax alto; Gianfranco Tedeschi: contrabbasso; Fabrizio Spera: batteria; guest: Luca Venitucci: organo, melodica, zither amplificato.

Album information

Title: Hoodoo Blues | Year Released: 2015 | Record Label: Clean Feed Records

Post a comment about this album

Listen

Watch

Tags

View events near Rome
Jazz Near Rome
Events Guide | Venue Guide | Get App | More...

Shop Amazon

More

Read Brazil
Brazil
Mike Barone Big Band
Read Liga Latina
Liga Latina
Liga Latina
Read The Call Within
The Call Within
Tigran Hamasyan
Read Light In The World
Light In The World
Nocturnal Four
Read A Time And A Place
A Time And A Place
Dustin Laurenzi's Natural Language

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.