All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Roots Magic: Hoodoo Blues

Vincenzo Roggero By

Sign in to view read count
L'inizio è di quelli da far tremare i polsi, perché "The Hard Blues," originariamente registrato nel febbraio del 1972 durante le session di Dogon A.D. ma pubblicato per la prima volta nel 1975 come brano conclusivo di Coon Bid'ness, è totemico marchio di fabbrica di uno straordinario improvvisatore e compositore quale è stato Julius Hemphill. Ma Roots Magic, prima formazione italiana ad incidere per la prestigiosa Clean Feed, gira alla larga da interpretazioni più o meno fedeli, più o meno sovversive, più o meno eccentriche.

Piuttosto trasformano il brano in rito propiziatorio, in fonte di ispirazione per il viaggio attraverso il blues e le radici profonde della musica afroamericana. Così Blind Willie Johnson affianca Sun Ra, Charley Patton convive con John Carter, tradizione e ricerca abbracciate nello spirito del blues, del libero pensiero, della poesia.

Clarinetto e sassofono sono intense voci narranti, capaci di avvolgere con un suono scuro e ancestrale così come di liberare furiosa energia, raccontare storie di speranza e di rivolta o cullare nell'indolenza di dolci nenie. Mentre contrabbasso e batteria assicurano una pulsazione vitale senza pause, granitica nel fornire certezze ritmiche, elastica nell'assecondare e sollecitare opportuni cambi di registro.

È musica che ricorda lo scorrere del Mississippi, fiume culla del blues, a tratti irruente e nervosa a tratti placida e maestosa, capace di improvvisi moti di ribellione come di ipnotiche e ammalianti melodie, sempre comunque terreno fertile per le continue invenzioni presenti in Hoodoo Blues.

Track Listing

The Hard Blues; Unity; The Sunday Afternoon Jazz and Blues Society; Blues for Amiri B.; Dark Was the Night; A Call for All Demons; Poor Me; The Joint Is Jumping; I Can't Wait Till I Get Home; The Sunday Afternoon Jazz and Blues Society (alternative take).

Personnel

Alberto Popolla: clarinetti; Errico Defabritiis: sax alto; Gianfranco Tedeschi: contrabbasso; Fabrizio Spera: batteria; guest: Luca Venitucci: organo, melodica, zither amplificato.

Additional information

Title: Hoodoo Blues | Year Released: 2015 | Record Label: Clean Feed Records

Tags

Listen

Watch

View events near Rome
Jazz Near Rome
Events Guide | Venue Guide | Get App | More...

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles

Read We're New Again
We're New Again
By Karl Ackermann
Read It's Getting Strange
It's Getting Strange
By Phillip Woolever
Read Displace
Displace
By Glenn Astarita
Read Bear Garden
Bear Garden
By Geno Thackara
Read Janapati
Janapati
By Chris M. Slawecki
Read Cast Of Characters
Cast Of Characters
By Dan McClenaghan
Read Fruits Of Solitude
Fruits Of Solitude
By Mark Corroto