All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Owen Broder: Heritage

Angelo Leonardi By

Sign in to view read count
Il trombonista Owen Broder ha evidenziato le sue doti di sassofonista e autore in due dischi pubblicati col quintetto "Cowboys and Frenchmen" co-diretto con il collega Ethan Helm. Soprattutto nel secondo Bluer Than You Think (Outside In Music, 2016) l'intento d'ispirarsi alle radici musicali nord-americane, entro un vivace modern mainstream con qualche sperimentazione, è risultato fresco e fantasioso.

L'ultimo lavoro compie un bel passo avanti, presentando un ampio organico con nuovi e brillanti componenti che eseguono partiture di cinque differenti orchestratori più lo stesso Broder: Ryan Truesdell, Miho Hazama, Jim McNeely, Alphonso Horne e l'inossidabile novantunenne Bill Holman, uno dei grandi arrangiatori del jazz moderno.

Se il tema di fondo resta la sintesi col folklore nord-americano, il risultato è ora più intenso e variopinto, spaziando da riferimenti alla musica tradizionale degli Appalachi, al bluegrass e al blues arcaico fino ad autori classici come Copland.

Nei vari episodi il violino di Sara Caswell svolge un ruolo caratterizzante, sia quando riprende lo stile di Stephane Grappelli (nello swingante "Jambalaya" arrangiato da Holman), quando evidenzia connotati bluegrass in "Cripple Creek" (altro traditional, arrangiato da McNeely) o nell' originale "Brodeo," orchestrato da Ryan Truesdell. Quest'ultimo arrangiatore, divenuto famoso con la meticolosa ricerca sulla partiture di Gil Evans, mostra alte doti di orchestratore in "Wayfaring Stranger," il secondo brano di sua competenza. È il momento più significativo e avvincente del disco: una ballad notturna che si snoda lentamente con protagonista la voce di Kate McGarry accompagnata da ricercate tessiture orchestrali.

Ancora significativi sono i due temi diretti dalla giapponese Miho Hazama, la giovane arrangiatrice giapponese che s'è imposta all'attenzione dal debutto con Journey to Journey al successivo Time River fino al nuovissimo The Monk alla guida della Metropole Orkest Big Band. La ricercatezza della sua scrittura orientata classicamente s'evidenzia soprattutto nell'arioso "Whereaver This Road Leads" con protagonisti Nick Finzer al trombone e la Caswell al violino. I brani orchestrati da Broder aprono e chiudono l'album: "Goin' Up Home" spazia da cantabili momenti folk ad altri swinganti e ricchi di groove, con efficaci assoli di James Shipp al vibrafono, Nick Finzer al trombone; "A Wiser Man Than Me" è un lento gospel che si snoda solennemente con protagonista lo stesso sassofonista.

Track Listing: Goin' Up Home; Wherever This Road Leads; Jambalaya; Cripple Creek; Wayfaring Stranger; I'm Not Afraid to Die; Brodeo; The People Could Fly; A Wiser Man Than Me.

Personnel: Owen Broder: woodwinds; Sara Caswell: violin; Scott Wendholt: trumpet; Nick Finzer: trombone; James Shipp: vibraphone, percussions; Frank Kimbrough: piano; Jay Anderson: bass; Matt Wilson: drums; Wendy Gilles: voice; Kate McGarry: voice; Vuyo Sotashe: voice.

Title: Heritage | Year Released: 2018 | Record Label: ArtistShare

Tags

Watch

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Upcoming Shows

Date Detail Price
Sep17Tue
Owen Broder "Hodges & Duke"
Blues Alley
Washington, DC
Sep17Tue
Owen Broder "Hodges & Duke"
Blues Alley
Washington, DC

Related Articles

Read New York Trio Album Reviews
New York Trio
By Troy Dostert
July 18, 2019
Read Invincible Nimbus Album Reviews
Invincible Nimbus
By Jerome Wilson
July 18, 2019
Read Syzygy Album Reviews
Syzygy
By Don Phipps
July 18, 2019
Read Visions Album Reviews
Visions
By Friedrich Kunzmann
July 18, 2019
Read Shafted Album Reviews
Shafted
By Edward Blanco
July 17, 2019
Read Live at the Bird’s Eye Jazz Club Album Reviews
Live at the Bird’s Eye Jazz Club
By Don Phipps
July 17, 2019
Read New Year Album Reviews
New Year
By Dan Bilawsky
July 17, 2019