All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Steve Coleman and Five Elements: Harvesting Semblances and Affinities

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Steve Coleman and Five Elements: Harvesting Semblances and Affinities
È dedicato al filosofo Raimondo Lullo quest'ultimo CD di Steve Coleman, che al jazz degli ultimi due decenni ha regalato le idee più fervide ed emozionanti. Anche qui la dimensione rituale è al centro di un mobilissimo percorso sonoro, volto a tradurre in termini musicali (i ritmi asimettrici) le corrispondenze fisiche e simboliche tra uomo e natura, tra microcosmo e macrocosmo.

Fin dal brano iniziale, l'alto-sassofonista mescola creativamente i canonici tempi pari del jazz con una mistica cadenza numerologica d'ascendenza medievale, imperniata sul numero 3. In tre si contano i ritmi Yoruba ed Orisha di questo brano, per partire lungo un affascinante viaggio nel tempo e nello spazio che tocca l'eredità africana del Brasile fino a congiungersi con la spiritualità dell'Europa cristiana medievale.

A sostenere il tutto, fluttuanti microcellule armoniche e ritmiche per esaltare lo straordinario affiatamento di questo straordinario sestetto, capace di stagliarsi ancora una volta ai vertici assoluti del jazz contemporaneo. Una formazione che impegna insieme la mente ed il corpo dell'ascoltatore con contagiose trame danzanti, sprigionando un'energia ed una carica emotiva raramente riscontrabile nel jazz odierno. I sette brani in scaletta mettono in mostra la sapiente ricercatezza d'arrangiamento del leader, che guarda a Mingus come principale modello d'organizzazione sonora.

La musica lievita via via in una esaltante girandola di soluzioni mai prevedibili, finendo con il valorizzare tutte le belle individualità del gruppo. L'ampio affresco proposto trova ovviamente la sua voce guida nello spigoloso contralto del leader, magnificamente complementare al timbro scuro del trombonista Tim Albright e gli squarci più solari del trombettista Jonathan Finlayson.

Perdersi nell'ascolto di gruppi così eccelsi e comunicativi è oggi un'esperienza quanto mai rara.

Track Listing

Attila 02 (Dawning Ritual); Beba; Clouds; 060706-2319 (Middle of Water); Flos Ut Rosa Floruit; Attila 04 (Closing Ritual); Vernal Equinox 040320-0149 (Initiation).

Personnel

Steve Coleman: alto saxophone; Jonathan Finlayson: trumpet; Tim Albright: trombone; Jen Shyu: vocals; Thomas Morgan: bass; Tyshawn Sorey: drums; Marcus Gilmore: drums (5); Ramon Garcia Perez: percussion (5).

Album information

Title: Harvesting Semblances and Affinities | Year Released: 2010 | Record Label: Pi Recordings

Tags

Shop Amazon

More

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.