All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Nils Petter Molvaer: Hamada

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Disco di apparente continuità, ma di effettivo cambio di direzione rispetto al precedente Er, questo Hamada. A farsi notare da subito è la riduzione di ritmo, elettronica e dj; le sonorità sono assai più vicine alle musiche per film di Re-Vision ma con un filo narrativo più efficace e compiuto che finisce per conferire maggiore solidità e creatività al lavoro.

Erano ormai quattro anni che Molvaer non realizzava un lavoro nuovo - Re-Vision era il frutto dell'assemblaggio di alcune colonne sonore - e lo ha fatto riducendo ai minimi termini la formazione, con il fido Eivind Aarset alle chitarre e Audun Kleive alla batteria.

Kleive è il taglio netto di questo lavoro, come dice Nils Petter [leggi l'intervista a Molvaer], taglio a una formazione con cui lavorava ormai da dieci anni.

L'inizio è lirico ed è il suono della tromba a farla da padrone, poi via via, mantenendosi su di un filone "ambient," anche Aarset e Kleive si fanno largo. Dieci tracce di coerente omogeneità in cui solo un paio sembrano "schegge impazzite," reminescenze di Khmer dal colore più scuro e dal sapore acido, in pieno stile progressive rock anni '70: l'energia che liberano è pazzesca e le parti solistiche cui danno spazio sono senza dubbio di rilievo, in un contesto di così grande morbidezza.

Aarset è compagno ideale per Molvaer e con i suoi paesaggi sonori di eterea bellezza si integra al meglio con il calibrato e tellurico al tempo stesso Kleive. Tratti di lirismo acustico, tipico delle colonne sonore di Molvaer, che si fondono con irruenza ed energia dando vita a un lavoro che poco aggiunge a creatività e lavoro di questo ultimo decennio, ma che sa comunque intrigare e affascinare al meglio anche l'ascoltatore che ne conosce la cifra stilistica.

Lavoro che, dopo Re-Vision, riporta Molvaer a livelli a lui consoni mettendo in evidenza il timbro della tromba del leader: piacevole, nel complesso, ma lontano da capolavori come Khmer ed Er.

Track Listing: 1. Exhumation – 01 :26 ; 2. Sabkah – 05 :20; 3.Icy Altitude – 04 :30; 4. Friction – 05 :38; 5. Monocline 03 :08; 6. Soft Moon Shine – 06 :46; 7. Monocline Revised - 03 :09; 8.Cruel Altitude – 08 :40; 9. Lahar – 01 :50; 10. AnticlineHumidity - 06:50. Tutte le composizioni sono di Nils Petter Molvaer.

Personnel: Nils Petter Molvær (tromba, voce, beat programming, tappeti sonori), Eivind Aarset (chitarre, programming, basso elettrico, editing e arrangiamneto), Audun Kleive (batteria e editing), Audun Erlien (basso elettrico 4 - 8), Jan Bang: (live sampling e field recording 5 – 6 – 10 editing e missaggio).

Title: Hamada | Year Released: 2009 | Record Label: Sula Records

About Eivind Aarset
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Tenging
Tenging
By Friedrich Kunzmann
Read The Best Part
The Best Part
By C. Michael Bailey
Read Nothing But Time
Nothing But Time
By Karl Ackermann
Read Philosophy
Philosophy
By Mark Corroto