All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

Gerald Cleaver: Gerald Cleaver's Detroit

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Gerald Cleaver: Gerald Cleaver's Detroit
Benchè il suo nome sia associato all’avanguardia statunitense, Gerald Cleaver ha realizzato il disco più bello di mainstream jazz degli ultimi anni. Già collaboratore di Henry Threadgill, Roscoe Mitchell e Joe Morris, il batterista di Detroit conferma con il suo secondo CD per la Fresh Sound le eccellenti doti di strumentista e compositore.

Rispetto alle forme più avventurose del disco d’esordio del 2001 Adjust, il suo sestetto si muove su territori meno impervi ma ugualmente affascinanti, in cui la formula stilistica d’adozione viene arricchita dalle forme estese dei brani originali, tutti firmati dal leader.

La rivitalizzano forme ariosamente fluide, in cui si va ad innestare una felice vena nell’arrangiare un seducente incastro a più voci, dove giganteggiano il clarinetto basso di Andrew Bishop e la raffinata tromba di Jeremy Pelt. Il tutto magnificamente dettato e sostenuto da un vortice percussivo ora incalzante e poliritmico, ora brioso, fluido e swingante

Il leader è insomma un vero maestro del drumming contemporaneo, destinato a fare grandi cose dul triplice piano della composizione, arrangiamento e della pratica jazzistica. Capita davvero di rado ascoltare con vera goduria un CD di altissimo livello come quello del Nostro, per il quale progettualità e tecnica costituiscono un binomio inscindibile.

Dedicato alla sua città natale, Detroit, centro di confluenza statunitense per eccellenza di R&B e jazz, il disco si impone per l’originalità di certi impasti timbrici rari nel mainstream, oltre che per l’estrema volubilità dell’avvincente materiale tematico.

Un percorso già di per sé affascinante, che viene sapientemente impreziosito dai voli fiatistici della splendida front line (Allen-Bishop-Pelt), magnificamente assecondata dai repentini cambi di direzione della ritmica (Walzer-Lightcap-Cleaver). Tutto da assaporare il duetto tra il clarinetto basso e il piano in “Grateful”: meraviglioso bozzetto di poesia pura, concentrata in appena due minuti.

Ottima anche la veste grafica, per via di un superbo apparato iconografico, che integra con il click della macchina fotografica quanto esposto in musica.

Track Listing

01. Far East; 02. The Silly One; 03. Henry; 04. Step Three; 05. Dorham; 06. Grateful; 07. Seven Sisters Down; 08. Carla’s Day; 09. Found; 10. Pilgrim Progress; 11. 6350; 12. Detroit; 13. Praise the Lord. Tutti i brani sono di Gerald Cleaver.

Personnel

J.D Allen (sax tenore); Andrew Bishop (sax tenore e soprano, clarinetto basso); Jeremy Pelt (tromba, flicorno); Chris Lightcap (contrabbasso); Ben Waltzer (pianoforte); Gerald Wilson (batteria).

Album information

Title: Gerald Cleaver's Detroit | Year Released: 2008 | Record Label: Fresh Sound New Talent

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Read Freya
Freya
Tineke Postma
Read Unearth
Unearth
New Hermitage
Read Deep Resonance
Deep Resonance
Ivo Perelman
Read Sun Trance
Sun Trance
Markus Reuter
Read Lies
Lies
Clemens Kuratle Murmullo
Read Prism
Prism
Conference Call
Read Palo Alto
Palo Alto
Thelonious Monk

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.