All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

1

Jason Adasiewicz's Sun Rooms: From the Region

Luca Canini By

Sign in to view read count
Ne ha fatta di strada il barbuto Jason Adasiewicz da quando, anno di grazia 2010, il disco d'esordio del trio Sun Rooms gli fruttò l'iscrizione di diritto all'albo dei grandi. Nelle fila dell'Exploding Star Orchestra, nel quintetto Sound Is e nel trio Starlicker di Rob Mazurek, faccia a faccia con Peter Brötzmann, in allegra compagnia nel nonetto Living by Lanterns, colonna portante del Chicago Sextet di Ingebrigt Håker Flaten e del progetto Audio One di Ken Vandermark: disco dopo disco, collaborazione dopo collaborazione, statura e fama sono andate crescendo, tanto che ormai il vibrafonista di chiare origini polacche è un punto di riferimento imprescindibile non solo per chi ha a che fare con piastre metalliche e bacchette.

Lo conferma serenamente il terzo lavoro a firma Sun Rooms, registrato in Europa, ad Amsterdam, e pubblicato dalla Delmark di Chicago. Serenamente perché non siamo di fronte a una svolta netta, a una diversa prospettiva; From the Region è caso mai una solida conferma, un'ulteriore messa a fuoco degli equilibri e delle possibilità del triangolo vibrafono-contrabbasso-batteria. Con una formazione per un terzo diversa rispetto a quella delle prime due uscite: fuori Nate McBride, dietro al contrabbasso si piazza il norvegese Ingebrigt Håker Flaten, che da qualche tempo ha messo radici in Texas, ad Austin, e che rispetto al suo predecessore garantisce un pizzico di cattiveria in più, figlia dell'inconfondibile tocco legnoso e graffiante (esemplare l'introduzione in solo di "Two Comes One"). Senza comunque spostare l'asse di rotazione della band, che si mantiene nell'orbita di un jazz composto e formale, all'interno di strutture e spazi definiti con estrema precisione dalla scrittura fantasiosa di Adasiewicz (autore di tutti i brani in scaletta ad eccezione di "I Forget the Words," scritta da Mike Reed). Ne viene fuori un'ipotesi di mainstream ariosa e intelligente, perfettamente storicizzata (Red Norvo, Teddy Charles, Walt Dickerson, tanto per buttare lì qualche nome) e allo stesso tempo attuale, urgente.

Tra i momenti migliori la spettrale "Old Sparky," la geometrica "Mr. PB," veicolo perfetto per l'approccio fisico di Adasiewicz, e l'intricata "Just Talkin' to Myself," nella quale è palese l'enorme peso specifico del drumming di Mike Reed, elegante e propulsivo, fantasioso e implacabile: il motore di una musica dolcemente avanguardista.

Track Listing: Leeza; Classic Route; The Song I Wrote For Tonight; Mar Flowers; Mr. PB; Two Comes One; Old Sporty; I Forgot The Words; Cubane; Just Talkin’ To Myself; Is A Bell A Rose.

Personnel: Jason Adasiewicz: vibraphone; Ingebrigt Haker-Flaten: bass; Mike Reed: drums.

Title: From the Region | Year Released: 2014 | Record Label: Delmark Records

About Jason Adasiewicz
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Cobb's Pocket
Cobb's Pocket
By Dan Bilawsky
Read Blues For Charlie
Blues For Charlie
By Jim Worsley
Read Cobb's Pocket
Cobb's Pocket
By Nicholas F. Mondello
Read Cause and Effect
Cause and Effect
By Ian Patterson
Read Geschmacksarbeit
Geschmacksarbeit
By John Eyles
Read Emergence
Emergence
By Geannine Reid
Read Never More Here
Never More Here
By Dan McClenaghan
Read Lanzarote
Lanzarote
By Gareth Thompson