All About Jazz

Home » Articoli » CD/LP/Track Review

Dear All About Jazz Readers,

If you're familiar with All About Jazz, you know that we've dedicated over two decades to supporting jazz as an art form, and more importantly, the creative musicians who make it. Our enduring commitment has made All About Jazz one of the most culturally important websites of its kind in the world reaching hundreds of thousands of readers every month. However, to expand our offerings and develop new means to foster jazz discovery we need your help.

You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky Google ads PLUS deliver exclusive content and provide access to future articles for a full year! This combination will not only improve your AAJ experience, it will allow us to continue to rigorously build on the great work we first started in 1995. Read on to view our project ideas...

0

Brian Groder - Tonino Miano: FluiDensity

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Densità fluida. L'ossimoro con cui si definisce la musica del duo riflette bene il lavoro di Brian Groder e Tonino Miano. Un po' meno si trova corrispondenza tra ciò che il disco racchiude e la sua copertina, il cui tono sentimental-romantico porta decisamente fuori strada. Per avvicinarci al carattere del disco, proporremmo il binomio fluidità/esattezza: elementi di vitale importanza per un'opera artistica, il cui dosaggio può condurre alla densità che nel titolo del disco è fusa in una parola unica con fluidità. Brian Groder e Tonino Miano, trombettista e pianista, hanno percorso nella loro storia i territori che spaziano dalla musica contemporanea al jazz. Questo disco in duo cerca una sintesi, lasciando opportunamente aperta la questione.

Nel sito del trombettista, che integra le note di copertina un tantino sbilanciate nel creare una giustificazione vagamente filosofica alla musica del duo, si declinano con precisione le intenzioni del lavoro: "Il progetto Fluid Density è fatto di interpretazioni spontaneamente improvvisate di nuova musica classica, nella forma di duetto per pianoforte e tromba. Non ci sono parti scritte, solo lo scambio di parole tra un pezzo e l'altro per esplorare le possibilità dell'improvvisazione. Mentre creano e improvvisano nuova musica sulle linee classiche con sensibilità vicina al jazz, Brian e Tonino indagano i motivi chiave di grandi compositori, traendo spunti da Stravinskij, Bartok e Berg".

L'aria che si respira nel disco è indubbiamente impregnata di musica contemporanea: nulla (naturalmente) che lo lasci avvicinare al celebre duetto tra Armstrong e Earl Hines, che inaugurò questa pratica nel jazz; ma nulla a che fare anche con il ben più recente incontro di Chet Baker e Paul Bley. La tromba e il flicorno di Groder ostentano suono rotondo, timbro luminoso e fraseggio di impeccabile matrice classica. Il pianoforte di Miano si muove più sulla tracce del jazz d'avanguardia, ma nel contempo le sue suggestioni pescano ampiamente nel pianismo colto, da Schönberg in avanti. Il risultato è una musica che di primo acchito sembra scritta, per il senso della struttura che mette in evidenza, per le geometrie che si incastrano e si oppongono, come recita tra l'altro uno dei titoli. Ma nel procedere degli ascolti si scopre che la musica si dipana con andamento rapsodico, con forte spontaneità, seppure controllata nei dettagli.

Musica tersa ma anche turbolenta, di grande concentrazione, che proprio per la sua trasparenza permette un ascolto che si tuffa in profondità. Contrasti, dialoghi, stratificazioni ne sono gli elementi fondanti. Così come le astrazioni, fatte di figure che si intersecano. Dovendo indicare un brano, ci sembra molto interessante "Inclination," introdotto da un pianoforte che gioca tra Cecil Taylor e Ligeti; un dialogo denso con la tromba, che raggiunge culmini espressivi di notevole intensità. Spesso si incontra nel disco il tentativo di coniugare l'atmosfera della ballad con quella del Lied. Spesso si assiste al contrasto tra il pianoforte nervoso, intricato, e le ampie campiture della tromba; spesso la fase centrale dei brani è sede dei momenti più accesi, densamente disputati.


Track Listing: Optika; Depth of Field; Brushmarks; Inclination; Opposite Geometry; Phase Shift; Pinion (melodic and textural references from 'Noctamble #3' from the piano collection "Squares" by Fredric Rzewski, 1978); Wiser Counter Clock; Pas de Deux.

Personnel: Brian Groder: trumpet, flugelhorn; Tonino Miano: piano.

Title: FluiDensity | Year Released: 2013 | Record Label: Impressus Records

Tags

comments powered by Disqus

CD/LP/Track Review
Read more articles
R Train On The D Line

R Train On The D Line

Latham Records
2016

buy
Reflexology

Reflexology

Latham Records
2014

buy
FluiDensity

FluiDensity

Impressus Records
2013

buy
 

Groder & Greene

Nashville Jazz Workshop
2010

buy
Groder & Greene

Groder & Greene

Latham Records
2009

buy
Torque

Torque

Latham Records
2007

buy

Related Articles

Read Bright Force CD/LP/Track Review
Bright Force
by Dan McClenaghan
Published: April 19, 2018
Read Making Other Arrangements CD/LP/Track Review
Making Other Arrangements
by Bruce Lindsay
Published: April 19, 2018
Read Music in Motian CD/LP/Track Review
Music in Motian
by Mike Jurkovic
Published: April 19, 2018
Read Descansado - Songs For Films CD/LP/Track Review
Descansado - Songs For Films
by John Ephland
Published: April 19, 2018
Read Simbiose CD/LP/Track Review
Simbiose
by Dan Bilawsky
Published: April 18, 2018
Read For Lew CD/LP/Track Review
For Lew
by Jack Bowers
Published: April 18, 2018
Read "Atlantic Bridge" CD/LP/Track Review Atlantic Bridge
by Roger Farbey
Published: September 12, 2017
Read "Storm" CD/LP/Track Review Storm
by Jim Olin
Published: September 17, 2017
Read "Lattice" CD/LP/Track Review Lattice
by Mark Corroto
Published: September 25, 2017
Read "Blue Maqams" CD/LP/Track Review Blue Maqams
by Mike Jurkovic
Published: November 13, 2017
Read "Veterans of Jazz" CD/LP/Track Review Veterans of Jazz
by Mark Sullivan
Published: November 22, 2017
Read "The Poetry of Jazz" CD/LP/Track Review The Poetry of Jazz
by Mark Corroto
Published: March 16, 2018