All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

David Fiuczynski: Flam! Blam!

Maurizio Comandini By

Sign in to view read count
David Fiuczynski: Flam! Blam!
Il chitarrista americano David Fiuczynski si lascia condurre per mano dall'ispirazione che nasce dal canto degli uccelli per questo suo album intrigante e misterioso. Ci vengono subito in mente due esperienze straordinarie come quella dell'Eric Dolphy degli anni sessanta che confidava agli amici di essere stato particolarmente colpito dello stesso fenomeno e di essere impegnato nella trascrizione di quelle saltellanti melodie. Allo stesso modo una decina di anni dopo il geniale bassista inglese Dave Holland consegnava alla nostra attenzione uno degli album più belli dell'intero catalogo ECM, lo straordinario Conference of the Birds, in quartetto con Sam Rivers, Anthony Braxton e Barry Altschul. Nelle eleganti e sintetiche note di copertina Holland scriveva: "Quando vivevo a Londra avevo un appartamento con un piccolo giardino. Durante l'estate, verso le 4 o le 5 del mattino, proprio mentre il giorno cominciava, gli uccellini si radunavano qui, uno per uno e iniziavano a cantare assieme, ognuno dichiarando la propria libertà nel canto. Voglio condividere lo stesso spirito con altri musicisti e comunicarlo alla gente."

David Fiuczynski in qualche modo fa un ulteriore passo avanti perché parte da una ispirazione più concettuale e poetica per arrivare ad una vera e propria ricerca strutturale: infatti seleziona cinque specie esotiche ben precise di uccelli canterini e trascrive con grande attenzione alcuni loro gorgheggi, per poi utilizzare questo materiale tematico e ritmico nella elaborazione dei dieci brani che sono compresi in questo album. Già Dolphy aveva notato come il canto degli uccelli procedesse spesso per quarti di tono e David "Fuze" Fiuczynski approfondisce in maniera ancora più chirurgica questi aspetti tecnici ricorrendo ad un armamentario di strumenti che per l'appunto consentono l'utilizzo di scale microtonali. A cominciare dalla sua chitarra fretless che gli consente di scivolare con naturalezze nella giungla misteriosa che esiste fra una nota e l'altra.

L'ispirazione dichiarata arriva anche dalle musiche del grande compositore classico Olivier Messiaen e dal produttore eroe dell'hip hop J Dilla e tutto si amalgama alla perfezione grazie alla collaborazione con un gruppo di musicisti molto attento e pronto a collaborare, espandendo la visione decisamente peculiare del chitarrista. Negli ultimi tre brani si unisce all'ensemble, guidato da David Fiuczynski, anche il saxofonista Rudresh Mahanthappa (nato a Trieste nel 1971, da genitori americani di origine indiana) che aggiunge alla ricetta di "Fuze" le melopee del suo sax alto, prendendo decisamente il sopravvento in una musica molto originale ma allo stesso tempo piuttosto godibile. Basta lasciarsi guidare dal canto degli uccelli e non pensare alle regole tonali del vecchio Occidente.

Track Listing

Loon-Y Tunes; Dance of the UiraPuru; 3. Flam; 4. Q&A Solitaire; 5. Oiseaux JDillique; 6. Gagaku Chord Candy; 7. Waldstimmen; 8. Uira Happy Jam; 9. Organ Wren; 10. Loon-Ly Solitaire.

Personnel

David Fiuczynski: chitarre, tastiere, percussioni; Helen Sherrah-Davies: violino; Yazhi Guo: suona (oboe cinese) e percussioni; Utar Artun: tastiere microtonali, Fender Rhodes; Jake Sherman: tastiere microtonali, Fender Rhodes, pianoforte; Justin Schornstein: basso elettrico; Alex 'BisQuiT' Bailey: batteria e percussioni; Rudresh Mahanthappa: sax (alto).

Album information

Title: Flam! Blam! | Year Released: 2016 | Record Label: RareNoiseRecords

Post a comment about this album

Watch

Tags

View events near New York City
Jazz Near New York City
Events Guide | Venue Guide | Get App | More...

Shop Amazon

More

Read Warmer Than Blood
Warmer Than Blood
Chris Montague
Read Off Brand
Off Brand
Collage Project
Read Iron Starlet
Iron Starlet
Connie Han
Read Expanding Light
Expanding Light
Whit Dickey Trio

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.