All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Donny McCaslin: Fast Future

Luca Muchetti By

Sign in to view read count
Il "futuro veloce" che Donny McCaslin ci racconta nel suo ultimo album è un universo estremamente composito e, per chi ha ascoltato le precedenti avventure musicali del sassofonista statunitense, non privo di sorprese. Sorprese e voglia di osare.

Sì perché nelle pieghe, larghissime, di questa decina di pezzi, è decisamente ampio il ventaglio di scelte sulle quali -è facile intuire -il produttore David Binney ha avuto un ruolo di primissimo piano, tanto che la tentazione sarebbe quasi quella di accreditare il sassofonista di Miami come co-autore di quest'opera.

Fast Future non è un album minimale, l'impianto e la ricchezza delle scelte sono due dei tratti che caratterizzano un'uscita nella quale è ancora l'elettronica a flirtare con una delle possibili vie del jazz moderno, ma nella quale un'estetica fusion (sì, ho detto fusion) torna più di una volta a dare veste e forma alle pulsioni del sassofonista che solo un anno fa strappava una nomination ai Grammy.

Funziona? Sì e no. La classe del fraseggio di McCaslin esonda e convince, per esempio, in pezzi come "Love and Living," nel quale il sax pare condurre per mano l'ascoltatore lungo le tappe di un percorso musicale logico, strutturato e di straordinaria espressività. I conti non tornano (per lo meno a parere di chi scrive) in esperimenti che paiono strizzare l'occhio a soluzioni pop, come i vocalizzi dall'effetto finale molto sintetico di "No Eyes," cover di Baths. Ci entusiasma piuttosto il vortice elettronico dei poco più di 2 minuti della precipitosa "54 Cymru Beats," dove il sax ancora una volta nevrotico schizza su un tappeto al limite della drum'n'bass, qua e là verso in ritmi marziali e imperiosi.

Grande è il lavoro del tastierista Jason Lindner, del bassista Tim Lefebvre, e del batterista Mark Guiliana all'interno di un lavoro che forse, nella voglia di guardare in tante, troppe direzioni, a un certo punto pare perdere il filo del discorso, facendo rimpiangere una scaletta più concentrata, con meno divagazioni.

Track Listing: Fast Future; No Eyes; Love and Living; Midnight Light; 54 Cymru Beats; Love What is Mortal; Underground City; This Side of Sunrise; Blur; Squeeze Thru.

Personnel: Donny McCaslin: tenor saxophone; Jason Lindner: keyboards; Tim Lefebvre: bass; Mark Guiliana: drums.

Title: Fast Future | Year Released: 2015 | Record Label: Greenleaf Music

About Donny McCaslin
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Listen

Watch

Jazz Near New York City
Events Guide | Venue Guide | Get App | More...

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read First Spring
First Spring
By Dan McClenaghan
Read Beyond Us
Beyond Us
By John Sharpe
Read Patchwork
Patchwork
By John Kelman